mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeAttualitàRivive il sottoportego medievaleche porta l’acqua delle Pissarole
Il restauro del passaggio in pieno centro storico eseguito ad opera di privati

Rivive il sottoportego medievaleche porta l’acqua delle Pissarole

Torna all’antico splendore il sottoportego delle Pissarole dopo il restauro promosso da Renato Bozzini, proprietario dell’immobile attiguo. Il sottoportego delle Pissarole è uno dei luoghi più carattrestici del centro storico. Consente di accedere da via Gafforini a piazzetta Cordonega e di affacciarsi su piazza Vittorio Emanuele. È un sottopassaggio pedonale che riporta al medioevo.Proprio nel sottoportego ancora oggi trova collocazione una graziosa fontanella dalla quale sgorga l’acqua delle Pissarole, dall’omonima fonte che si trova sulle colline verso Pastrengo.Di quest’acqua scrisse Francesco Fontana nel 1826. Alcuni passi: «È fin da tempo immemorabile, che nella distanza ci circa mezzo miglio dal paese di Lazise vi à una sorgente perenne d’acqua minerale, detta volgarmente acqua delle Pissarole, o del Calderin. Dalle pietre lavorate, che si sono rinvenute in questo luogo facendo uno scavo, sembra che questa sorgente sia stata conosciuta anco anticamente». E prosegue: «Sembra dalla premessa analisi potersi giudicare, se quest’acqua possa essere adoperata con vantaggio contro alcune malattie. Avendo io su ciò sentita l’opinione di alcuni dottori chimici, che lessero l’analisi, ed assaggiarono l’acqua, alcuni la giudicarono medicinale, altri di meschina virtù medicamentosa, ed altri di niuna. In quanto a me rispettando imparzialmente l’opinione di tutti non pendo a niun del loro partito. Non dimenticando però ciò, che disse il Mercuriale ed altri osservatori,che le acque minerali non possono essere giudicate che dietro l’esperienza clinica, aggiungo che le osservazioni mediche potranno in seguito sciogliere più giustamente la questione. Adunque alla filantropia di què dotti medici, che sperimentarono quest’acqua».Nonostante le conclusioni di Francesco Fontana, la gente ha sempre attinto a questa fonte, ritenendola comunque acqua di ottima qualità. «Da tempo avevamo in animo di dar corso al restauro totale della casa», spiega Renato Bozzini, «che abbiamo acquistato alcuni anni fa. È una delle più antiche del centro ed è per questo che abbiamo compiuto i lavori di restauro e ripristino con una certa calma. Proprio per fare delle cose belle. Man mano che il restauro procedeva, abbiamo avuto la piacevole scoperta di incorrere in mura, porte, finestre nicchie che hanno riportato all’antico non solo la casa ma anche il sottoportego. Di fronte a ciò, in accordo con l’ufficio tecnico comunale, abbiamo voluto riportare all’origine, per quanto possibile, anche il sottoportego delle Pissarole».

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video