domenica, Luglio 21, 2024
HomeAttualitàRivoltella, entro il 2009 l’ospedale
In questi giorni sono iniziati i lavori in quello che è stato il seminario minore dei Francescani. Il Centro oncologico «Laudato si’» sarà gestito dalla cooperativa Raphaël

Rivoltella, entro il 2009 l’ospedale

Sono iniziati a Rivoltella i lavori per la realizzazione del centro oncologico «Laudato si’», gestito dalla cooperativa Raphaël di don Pierino Ferrari. Il nuovo ospedale sorgerà in via Agello 1 nell’edificio inaugurato nel 1958 come seminario minore dei francescani conventuali dall’allora patriarca di Venezia, card. Angelo Roncalli, che l’anno seguente divenne poi papa Giovanni XXIII. Cessata l’attività educativa, al termine degli anni ’80 i frati si ritirarono. Per una concomitanza di eventi, il «generale» dei Conventuali finì per agevolare l’acquisto della struttura, a metà prezzo, da parte di Raphaël, che si assunse l’impegno di ristrutturarlo per farne un ospedale oncologico. Collocato su un terreno di circa 18 mila mq e in riva al lago, a ridosso della Statale 11, lo stabile è distribuito su cinque piani; ma il progetto prevede la realizzazione anche di un nuovo livello interrato. I volumi da ristrutturare sono 33 mila mc in superficie e altri 2 mila interrati. Nella nuova struttura troveranno risposte adeguate ai bisogni le persone malate di cancro, senza tralasciare la prevenzione e la diagnosi precoce. L’ospedale curerà quindi i pazienti nelle diverse fasi della malattia, attraverso il ricovero, il day hospital e l’accesso ambulatoriale. Ma sarà rivolto anche alle persone sane, che desiderano conservare il loro buono stato di salute, accedendo al servizio di prevenzione in ambulatorio, con la visita clinica e i servizi di radiologia, analisi ed endoscopia. Nutrita la serie delle attività previste: la diagnostica (con ambulatori per visite, un’unità funzionale di senologia diagnostica, la diagnostica mininvasiva, il servizio di endoscopia digestiva, diagnostica per immagine, day surgery e il laboratorio di analisi chimico-cliniche), l’oncologia clinica (con un’ unità di oncologia medica di 27 posti letto per ricoveri in regime ordinario per trattamenti chemioterapici complessi e per pazienti con gravi complicanze, 10 posti letto in regime di day hospital e il servizio di radioterapia oncologica), la riabilitazione oncologica (con altri 27 posti letto in un reparto di degenza finalizzato alla riabilitazione intensiva, nonché spazi tecnici adeguati quali palestra, locali per la riabilitazione specifica, per il colloquio psicologico) e un’area per le attività di aggiornamento, con una biblioteca fornita di riviste, media informatici e una sala congressi. Il centro oncologico «Laudato si’» dovrebbe essere pronto per la primavera 2009. Il costo dell’opera si aggira intorno ai 30 milioni di euro.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video