domenica, Luglio 21, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiVa in scena il mondo dei volatili. È l’occasione per vederli dal...
Comincia domani l’edizione del 2000 della pluricentenaria «Sagra dei osei» di Cisano.

Va in scena il mondo dei volatili. È l’occasione per vederli dal vivo

Da domani e per quattro giorni con la pluricentenaria «sagra dei osei» di Cisano. Una ricorrenza che anticipa l’autunno dai colori che passano gradualmente dal verde, al giallo e al rosso, la stagione della vendemmia e della caccia. L’occasione soprattutto per ammirare dal vivo, non attraverso documentari televisivi, numerose specie di uccelli nostrani, di riscontrare «le diversità di dimensioni, di colori e di canto». Indispensabile per un giorno (domani) alzarsi all’alba, fa presente il presidente della sagra Alberto Salvetti, dando così l’opportunità anche ai bambini di vedere e ascoltare gli uccelli che per buona parte dell’anno ci vivono vicini ma che probabilmente non hanno mai visto veramente. Probabilmente in qualcuno scatterà quella curiosità che poi lo spingerà ad approfondire la materia ed aprire la strada allo studio dell’ornitologia. «L’allevamento degli uccelli – puntualizza Salvetti, che da anni si batte per tramandare una pluricentenaria passione – è un’attività dura e difficoltosa e alquanto delicata che richiede profonde conoscenze tecnico-scientifiche che non si imparano sui manuali, ma sono esperienze tramandate verbalmente dagli esperti. Più si conosce l’ornitologia, più si ama e si è ansiosi di approfondirne la conoscenza». Con la gara fra le migliori primavere un’occasione quindi per seguire il canto degli uccelli e discernere tra il chioccolare del merlo, le zirla del tordo, oppure i trilli o i gorgheggi dell’allodola, del fringuello e della tordina. Interessante anche la gara di chioccolo con zuffolo oppure senza, con i concorrenti impegnati a imitare il canto dei pennuti. Ma la sagra è anche mostra mercato: delle attrezzature venatorie, della selvaggina di allevamento, delle attrezzature agricolo-enologiche, ed esposizione delle armi da caccia e di scambio di uccelli indigeni ed esotici in collaborazione con l’Associazione ornitologica scaligera. Il giorno successivo invece gara campanaria organizzata dalla squadra «Pieve di Cisano», alla domenica mostra interregionale del Club Bonsai del Triveneto e al lunedì gran finale pirotecnico sul lago. Una sagra arricchita da quattro serate danzanti al teatro tenda, dal piano bar in piazza del Porto e dall’esibizione del gruppo Garda Danze (domenica ore 18). Per l’intera manifestazione i ristoranti e la cucina dell’Associazione Sagra propongono tutta una serie di piatti tipici della gastronomia locale. Tutti gli spettacoli serali sono al coperto e gratuiti e oltre al Comune alla realizzazione della sagra contribuisce l’Azienda di promozione turistica Riviera degli Olivi in appoggio all’associazione «Sagra dei osei» di Cisano.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video