A San Benedetto è stato inaugurato il bocciodromo costato due miliardi

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

Boc­cio­dro­mo con i fioc­chi a San Benedet­to. È sta­to inau­gu­ra­to alla pre­sen­za di un folto pub­bli­co di sportivi e appas­sion­ati di ques­ta dis­ci­plina, che nel­la nos­tra provin­cia con­ta 1.800 tesserati alla Fed­er­azione ital­iana boc­ce. «Finite le pre­oc­cu­pazioni sono ora molto sod­dis­fat­to», ha det­to il sin­da­co Bruno Dal­la Pel­le­g­ri­na al momen­to del taglio del nas­tro, «che quest’opera sia arriva­ta a con­clu­sione nel giro di un paio d’anni. Non è soltan­to un impianto per momen­ti ricre­ativi», ha sot­to­lin­eato, «ben­sì pun­to di aggregazione di gio­vani e meno gio­vani vis­to che pos­sono con­tare su una ampia sala riu­nioni, bar e cuci­na tan­to da pot­er abbina­re al momen­to sporti­vo vero e pro­prio anche quel­lo ricre­ati­vo». La strut­tura real­iz­za­ta in via Ragazzi del ’99 a valle del­la statale 11 e costa­ta poco meno di due mil­iar­di è sta­ta affi­da­ta alla Boc­ciofi­la di Peschiera per quan­to riguar­da l’impianto sporti­vo vero e pro­prio con i quat­tro campi per il gio­co delle boc­ce, men­tre tut­to il resto è sta­to dato in con­ces­sione al Ten­nis club aril­i­cense con ret­tan­goli rossi cop­er­ti e scop­er­ti nelle imme­di­ate vic­i­nanze. Sod­dis­fat­to anche Ren­zo Loren­zetti, pres­i­dente del­la Boc­ciofi­la Peschiera fin dal­la cos­ti­tuzione (1970): «Final­mente sarà pos­si­bile dis­putare i nos­tri incon­tri tra le mura di casa e non emi­grare come suc­cede­va da qualche anno, a Valeg­gio». Ha man­i­fes­ta­to gioia per ques­ta bel­la real­iz­zazione pure il pres­i­dente ono­rario Mario Leonci­ni, che è anche lo spon­sor del­la Boc­ciofi­la. L’inaugurazione è avvenu­ta con l’intervento del cor­po ban­dis­ti­co aril­i­cense diret­to dal mae­stro, Gian­fran­co Toson, e con pres­i­dente Francesco Lavel­li, grup­po musi­cale com­ple­ta­mente rin­no­va­to con l’accesso di una venti­na di gio­vanis­si­mi. Alle parole del sin­da­co sono segui­ti vari inter­ven­ti: da quel­lo del con­sigliere fed­erale del­la Fib Mario Cervi­ni arriva­to da Varese, a quel­lo del pres­i­dente del Coni provin­ciale Ste­fano Brag­gio: del sen­a­tore , e del pres­i­dente del ten­nis club Rena­to La Gut­ta. Tra i pre­sen­ti alla cer­i­mo­nia Sante Gen­ovizzi pres­i­dente del Comi­ta­to provin­ciale Fib, il vice Loren­zo Gas­para­to, il respon­s­abile del grup­po arbi­tri Giuseppe Cre­monese e don Lui­gi Mainen­ti, che ha benedet­to l’impianto sportivo.

Parole chiave: