.

Al via il corso per addetti ai buffet fiore all’occhiello dell’Alberg

11/09/2003 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
gl.m.

Il cen­tro pro­fes­sion­ale alberghiero di Varone, sem­pre all’a­van­guardia per quan­to riguar­da le novità nel cam­po del­la for­mazione di gio­vani per le aziende alberghiere del­la zona, orga­niz­za per il prossi­mo anno sco­las­ti­co un cor­so asso­lu­ta­mente inno­v­a­ti­vo riv­olto a 12 qual­i­fi­cati di cuci­na o di sala degli ulti­mi tre anni. Ques­ta impor­tante pro­pos­ta for­ma­ti­va, real­iz­za­ta in col­lab­o­razione con gli alberghi locali e che coin­vol­gerà anche gran­di strut­ture ricettive estere, pre­par­erà addet­ti alla real­iz­zazione di banchet­ti e buf­fet, una realtà sem­pre più di moda negli ulti­mi anni.Il cor­so par­tirà ai pri­mi di otto­bre e ter­min­erà ai pri­mi di giug­no 2004. È la pri­ma vol­ta che un grup­po di alber­ga­tori si riu­nisce assieme ai docen­ti del cen­tro pro­fes­sion­ale per pro­gram­mare un cor­so che potrebbe essere il fiore all’oc­chiel­lo del­la futu­ra for­mazione alberghiera. Questo cor­so non è sta­to soltan­to orga­niz­za­to in col­lab­o­razione con un grup­po di alber­ga­tori molto moti­vati e con­vin­ti del fat­to che solo operan­do all’u­nisono si pos­sono ottenere qual­ità e pro­fes­sion­al­ità mag­giori, ma sarà anche costan­te­mente val­u­ta­to e mon­i­tora­to con­giun­ta­mente per garan­tire l’ef­fi­ca­cia del­l’in­ter­ven­to finanzi­a­to dal­la Provin­cia e pre­vis­to dal­la rifor­ma Moratti.«Il prog­et­to in ques­tione — illus­tra il ref­er­ente per il prog­et­to del­la scuo­la alberghiera di Varone Ric­car­do Zanoni — si pre­figge di garan­tire, tramite momen­ti for­ma­tivi a scuo­la ed in alber­go, di cir­ca 50% cias­cuno delle 1100 ore com­p­lessive, un’ul­te­ri­ore val­oriz­zazione del per­son­ale alberghiero ma anche un migliore coor­di­na­men­to nei servizi tradizion­ali di cuci­na (con­fezion­a­men­to pasti) e sala (alles­ti­men­to) come pure la val­oriz­zazione di diverse capac­ità del­l’ad­det­to al banchet­ing: orga­niz­za­tive, prog­et­tuali, cre­ative e pro­mozion­ali. Al ter­mine del cor­so, i dod­i­ci ragazzi soster­ran­no un esame davan­ti ai loro inseg­nan­ti e tutors alberghieri, da cui avran­no appre­so il mestiere assieme ad una spic­ca­ta capac­ità di col­lab­o­razione all’in­ter­no di un team che sa val­oriz­zare quel­lo che offre all’ospite.I ragazzi appro­fondi­ran­no, poi, diver­si aspet­ti tec­no­logi­ci ed oper­a­tivi, come la preparazione e som­min­is­trazione di antipasti, carni, insac­cati, pas­tic­ce­ria, dec­o­razione, bevande e vini. Inoltre ver­ran­no allesti­ti buf­fet per le più dis­parate occa­sioni, per­tan­to conoscer­an­no le regole stan­dard per l’ap­provvi­gion­a­men­to delle mer­ci, sapran­no approntare un cal­co­lo costi del­la pro­duzione medi­ante le nuove tec­nolo­gie, avran­no una buona conoscen­za del­la nor­ma­ti­va igien­i­co-san­i­taria e del­la leg­is­lazione aziendale.L’ultimo giorno d’is­crizione (tele­fonare al cen­tro pro­fes­sion­ale al numero 0464.521300) è giovedì 25 set­tem­bre: nel caso si superassero i 12 iscrit­ti, sarà nec­es­saria una selezione. Già nel­la pri­ma set­ti­mana di otto­bre i ragazzi avran­no occa­sione di eserci­tar­si nelle numerose man­i­fes­tazioni che si svol­ger­an­no per i fes­teggia­men­ti del 40º anniver­sario del­la scuo­la, cel­e­bra­to in grande stile con 3 giorni di incon­tri tra i gran­di del­la cuci­na e del­la sala, ma anche con pranzi e buf­fet per centi­na­ia di per­sone. Un bat­tes­i­mo del fuo­co (o del cuo­co) che cer­ta­mente non dimenticheranno.