L’Ugav si affida al vicesindaco del paese
Il neo-eletto: «Il turismo dev’essere una priorità politica»

Albergatori al voto:Pasotti è presidente

26/05/2007 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Fuma­ta bian­ca per l’elezione del nuo­vo pres­i­dente dell’Ugav, l’Unione garde­sana alber­ga­tori verone­si che rag­grup­pa 370 strut­ture del­la Riv­iera degli Olivi e del suo entroter­ra. L’associazione, la più impor­tante a liv­el­lo eco­nom­i­co del­la spon­da bena­cense, ha elet­to Anto­nio Pasot­ti, 61 anni alber­ga­tore di Bar­dolino, attuale vicesin­da­co di Gar­da e pres­i­dente del con­sorzio « è…». Ente che, per effet­to di un gio­co a “domi­no”, avrà un nuo­vo pres­i­dente: si fan­no i nomi di Giuseppe Ven­turi­ni, pres­i­dente del­la funi­via Mal­ce­sine Monte , e del­lo stes­so Giuseppe Loren­zi­ni pres­i­dente uscente dell’Ugav.Una par­ti­ta che sarà comunque gio­ca­ta su più tavoli politi­ci, non solo del­la spon­da garde­sana. La stes­sa elezione del nuo­vo pres­i­dente Ugav (Pasot­ti rimar­rà in car­i­ca fino al 2009) non è sta­ta immune da manovre sot­ter­ra­nee con la con­trap­po­sizione, qua­si alla pari, di due schiera­men­ti. Da una parte i fau­tori dell’elezione del vice pres­i­dente uscente Gian­fran­co Sal­a­di­ni, dall’altra i sosten­i­tore del vicesin­da­co di Gar­da. Un muro con­tro muro con Sal­a­di­ni che, pri­ma di andare al voto, nel­la pri­ma sedu­ta, si era reso disponi­bile a un pas­so indi­etro solo se segui­to dal can­dida­to avver­sario. Pro­pos­ta riget­tatain segui­to all’uscita, pri­ma del voto, di Sal­a­di­ni e dei suoi elettori.Alla sec­on­da con­vo­cazione è arriva­to invece il ritiro di Sal­a­di­ni e l’elezione del­lo stes­so Pasot­ti, con 11 pref­eren­ze; 8 sono andate a Giuseppe Loren­zi­ni, non can­dida­to ma pro­pos­to all’assemblea del con­siglio diret­ti­vo dal pres­i­dente degli Alber­ga­tori di San Zeno di Mon­tagna. «Abbi­amo vota­to Loren­zi­ni per­ché lo riteneva­mo ido­neo per traghettare l’associazione fuori da ques­ta situ­azione di impasse, di muro con­tro muro. Non siamo rius­ci­ti a eleg­ger­lo ma nul­la impedisce già da ora di offrire la nos­tra col­lab­o­razione al neo-pres­i­dente», spie­ga Gian­fran­co Sal­a­di­ni. Antic­i­pan­do però di non inten­dere rico­prire ruoli nel nuo­vo direttivo.Appena elet­to Anto­nio Pasot­ti ha ringrazi­a­to i pres­i­den­ti dell’Ugav che lo han­no pre­ce­du­to, Loren­zi­ni e Kauf­mann. «Il mio impeg­no sarà riv­olto ad ampli­are il già ele­vatis­si­mo liv­el­lo di rap­p­re­sen­tan­za asso­cia­ti­va, alla col­lab­o­razione nel­la pro­mozione tur­is­ti­ca e alla costruzione di sin­ergie con enti e isti­tuzioni per uno svilup­po di un set­tore strate­gi­co per il Gar­da. A par­tire da inter­ven­ti di sosteg­no alla riqual­i­fi­cazione del com­par­to alberghiero, alla sal­va­guardia del territorio».«Il tur­is­mo è la pri­ma realtà eco­nom­i­ca del com-pren­so­rio — aggiunge Pasot­ti — con 9,5 mil­ioni di pre­sen­ze tur­is­tiche annue, oltre 85 mila posti let­to e 7 mila addet­ti in gra­do di gener­are annual­mente un fat­tura­to sti­ma­to in 855 mil­ioni di euro. Questo pat­ri­mo­nio, frut­to dell’intraprendenza e del sac­ri­fi­cio di tan­ti bravi impren­di­tori, deve essere pos­to tra le pri­or­ità del­la polit­i­ca eco­nom­i­ca e sociale delle ammin­is­trazioni e delle isti­tuzioni locali».

Parole chiave: -