Sarà il giornalista tedesco Michael Dultz l’ambasciatore del Garda classico per l’anno 2000.

Amabasciatore del Garda

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.bot.

Sarà il gior­nal­ista tedesco Michael Dultz l’ambasciatore del Gar­da clas­si­co per l’anno 2000. Il riconosci­men­to, ideato dai pro­dut­tori vini­coli del Gar­da bres­ciano e giun­to alla sua quar­ta edi­zione, intende pre­mi­are il lavoro di infor­mazione e sen­si­bi­liz­zazione ded­i­ca­to al lago e ai suoi svolto al di fuori dei con­fi­ni nazion­ali da per­son­ag­gi del­la cul­tura e da gior­nal­isti. La nom­i­na di «ambas­ci­a­tore» sarà uffi­cial­iz­za­ta oggi durante una ser­a­ta di gala nel­la cor­nice del Grand Hotel di Gar­done Riv­iera. Dopo l’investitura nelle tre pas­sate edi­zioni del­lo svizze­ro Rolf Kriesi, dell’austriaco Hel­mut Romè (entram­bi gior­nal­isti spe­cial­iz­za­ti in enolo­gia) e del cele­bre tenore irlan­dese Krist­jan Johans­son, il quar­to ambas­ci­a­tore del Gar­da clas­si­co sarà dunque il tedesco Dultz. Diret­tore del­la redazione delle pub­bli­cazioni spe­cial­iz­zate del­la casa editrice Adac (brac­cio edi­to­ri­ale dell’omonimo club auto­mo­bilis­ti­co tedesco che van­ta oltre 13 mil­ioni di asso­ciati), Michael Dultz è una sor­ta di Vir­gilio per i numero­sis­si­mi tedeschi che ogni anno scel­go­no il Gar­da come meta di vacan­za. Tra le sue inizia­tive edi­to­ri­ali ded­i­cate al più grande lago ital­iano ricor­diamo la gui­da Adac «» (oltre 50 mila copie ven­dute), nonché un numero mono­grafi­co ded­i­ca­to al Bena­co sul­la riv­ista «Adac-Reisen­magazine» (oltre 500 mila copie). Sec­on­do una con­sue­tu­dine ormai con­sol­i­da­ta nel cor­so delle edi­zioni prece­den­ti del­la man­i­fes­tazione, a Gar­done saran­no con­seg­nati riconosci­men­ti anche agli «Ami­ci del Gar­da»: si trat­ta di Claude Mon­tever­di, tito­lare dell’omonimo e famo­sis­si­mo ris­torante parig­i­no, Char­lotte Heiss e suo mar­i­to Bob, i coni­u­gi tedeschi ideatori dell’associazione cul­tur­ale Ceci­na Pre­o­mo­tions, e Loek Van De Loo, tour oper­a­tor olan­dese. Un riconosci­men­to spe­ciale sarà infine con­seg­na­to dai viti­coltori del Gar­da a Gio­van­ni Bat­tista Com­in­ci­oli, pio­niere del­la mod­er­na pro­duzione vini­co­la garde­sana nonché mem­bro fonda­tore del Con­sorzio tutela vini bres­ciani. Res­ta da seg­nalare che ad ulte­ri­ore con­fer­ma del­la col­lab­o­razione instau­ra­ta tra il Con­sorzio del Gar­da clas­si­co pre­siedu­to da Alessan­dro Redael­li De Zinis e il Comune di Gar­done Riv­iera, alcu­ni tra i migliori ris­toran­ti del paese pro­por­ran­no per tut­to il mese di luglio menu tipi­ci, soprat­tut­to a base di pesce di lago, abbinati ai chiaret­ti del Gar­da classico.

Parole chiave: