Provincia e Comuni altogardesani chiedono all’Anas la gestione diretta della Gardesana Occidentale. L’obiettivo è l’attuazione di una più efficace azione di manutenzione, finalizzata ad incrementare il decoro ed il miglioramento turistico, paesaggistico e ambientale della Gardesana nel tratto compreso fra Salò ed il confine trentino, oltre Limone.

«Anas, lasciaci gestire la Gardesana Occidentale»

21/08/2009 in Attualità
Parole chiave:
Iscriviti al nostro canale
Di Luca Delpozzo

Sono anni che gli enti locali chiedono inutil­mente all’Anas più atten­zioni per questo trat­to di stra­da che attra­ver­sa un pae­sag­gio uni­co al mon­do qual è quel­lo del lago di Gar­da, che cat­tura ogni anno ben 20 mil­ioni di per­not­ta­men­ti. Ora ci riprovano. L’iniziativa è dell’assessore ai Lavori pub­bli­ci del­la Provin­cia, Mau­ro Paroli­ni, che avan­za una pro­pos­ta conc­re­ta, pre­sen­ta­ta anche all’assessore regionale Cat­ta­neo durante un incon­tro svoltosi a Salò con i sin­daci dell’Alto Gar­da. La pro­pos­ta per ora si è tradot­ta in una boz­za di con­ven­zione fra Anas, Provin­cia e Comu­ni inter­es­sati affinché si real­izzi, anche con il con­trib­u­to eco­nom­i­co delle comu­nità locali e del­la Provin­cia, una più effi­cace azione di manutenzione.«La Garde­sana Occi­den­tale è una stra­da vitale per il medio e alto lago — spie­ga Paroli­ni -, non solo per sposta­men­ti e col­lega­men­ti fra local­ità, ma anche come strut­tura inseri­ta nel pae­sag­gio. Anas ha garan­ti­to la real­iz­zazione di opere di riqual­i­fi­cazione e mes­sa in sicurez­za, inter­ven­ti di manuten­zione stra­or­di­nar­ia quali smal­ti­men­to acque, pro­tezione dei ver­san­ti, seg­nalet­i­ca, bitu­matu­ra, bar­riere, impian­tis­ti­ca e la tran­sitabil­ità dell’arteria. Ma sin­daci e Provin­cia pun­tano a real­iz­zare ulte­ri­ori miglio­ra­men­ti. Riguardano la manuten­zione ordi­nar­ia, quegli aspet­ti par­ti­co­lari che nell’ambito di un’area pae­sag­gis­ti­ca­mente pregevolis­si­ma assumono ulte­ri­ore rilievo».Da qui la pro­pos­ta di un inter­ven­to di Comu­ni e Provin­cia per curare verde, pulizia, arredo delle piaz­zole di sos­ta. «Per questo — con­clude l’assessore — rac­coglien­do le sol­lecitazioni dei Comu­ni riv­ieraschi, ho pro­pos­to ad Anas di stip­u­lare una con­ven­zione. Se la rispos­ta sarà pos­i­ti­va inter­ver­re­mo in tem­pi rapi­di. Sono cer­to che anche in questo caso la col­lab­o­razione con la Comu­nità mon­tana e i Comu­ni dell’Alto Gar­da pro­dur­rà un sig­ni­fica­ti­vo miglio­ra­men­to delle con­dizioni del­la stra­da». 

Parole chiave:

Commenti

commenti