Un successo la terza edizione del concorso nazionale biennale dedicato ai piccoli

Bambini cantori da tutta Italia alla grande sfida di Garda in coro

02/06/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Dopo tre giorni di inten­sa attiv­ità si è felice­mente con­clusa la terza edi­zione del con­cor­so nazionale voci bianche «Il Gar­da in Coro», svoltasi nel fine set­ti­mana dal 20 al 22 mag­gio a Mal­ce­sine. La notev­ole affluen­za di cori ha reso ques­ta man­i­fes­tazione un’occasione di incon­tro fra i bam­bi­ni e i loro diret­tori, desiderosi di momen­ti di con­fron­to e di cresci­ta cul­tur­ale. Ben 24 cori di voci bianche prove­ni­en­ti da tut­ta Italia era­no pre­sen­ti alla com­pe­tizione, superan­do le iscrizioni dei due anni prece­den­ti. Il con­cor­so quin­di ha con­fer­ma­to la pro­pria valid­ità nazionale, gra­zie alla parte­ci­pazione di cori veneti, lom­bar­di, piemon­te­si, friu­lani, laziali, marchi­giani, pugliesi e tren­ti­ni. La stes­sa giuria, affi­an­ca­ta dal­la direzione artis­ti­ca cos­ti­tui­ta dai maestri Orlan­do Dip­i­az­za ed Enri­co Miaro­ma, cos­ti­tui­ta da alcu­ni dei più impor­tan­ti nomi ital­iani, era rap­p­re­sen­ta­ti­va del­la realtà nazionale: Gio­van­ni Acciai (Lom­bar­dia), Gior­gio Maz­zu­ca­to (Vene­to), Fran­ca Floris (Sardeg­na), Gio­van­na Con­siglio (Molise), Felix Resch (Trenti­no Alto Adi­ge). Lo stes­so Acciai ha avu­to parole di elo­gio per il lavoro svolto sia dal­la giuria sia da parte del comi­ta­to orga­niz­za­tore, trovan­do nel­la man­i­fes­tazione di Mal­ce­sine un forte momen­to di svilup­po per la realtà corale ital­iana. L’incremento di quan­tità e qual­ità dei cori è sicu­ra­mente con­seguen­za nat­u­rale del­la fama di cui gode il con­cor­so in Italia e del fat­to che questo risul­ta essere il solo sul ter­ri­to­rio nazionale com­ple­ta­mente focal­iz­za­to sul­la realtà corale dei bam­bi­ni. Fra i cori si sono dis­tin­ti in modo par­ti­co­lare il coro La Corol­la di Ascoli Piceno, diret­to dal mae­stro Mario Gior­gi, e il coro Voci Bianche del Con­trà di Fontanafred­da, diret­to dal­la pro­fes­sores­sa Daniela Nicode­mo: questi si sono aggiu­di­cati il pri­mo e il sec­on­do pos­to in entrambe le cat­e­gorie ammesse al con­cor­so, su reper­to­rio sacro e su reper­to­rio pro­fano. Per quan­to riguar­da gli altri cori, è doveroso ricor­dare il ter­zo pos­to del Coro Vival­di del­la scuo­la media Moscati, di Roma, diret­to dal mae­stro Amedeo Scutiero, per la sezione sacra, men­tre il ter­zo pre­mio per la sezione pro­fana è anda­to in ex-equo al Coro scuo­la in … Can­to di Cisano Berga­m­as­co, diret­to da Car­men Menegh­i­ni, e al coro degli allievi del­la scuo­la musi­cale C. Ecch­er di Cles, diret­to da Chiara Bion­dani, quest’ultimo vinci­tore anche del pre­mio come migliore coro trenti­no e il pre­mio sim­pa­tia. Numerosi sono sta­ti i pre­mi spe­ciali: il coro Voci Gioiose di San Zeno di Mon­tagna diret­to da Maria Rosa Finot­ti, è sta­to il miglior coro vene­to; miglior diret­tore il marchi­giano Mario Gior­gi. Pre­mio spe­ciale al coro mul­tiet­ni­co Cit­tà di Pado­va, diret­to da Mari­na Malavasi, per l’originalità e la vari­età del reper­to­rio. L’associazione alber­ga­tori di Mal­ce­sine, dalle mani del rap­p­re­sen­tante Ugo Trec­ca­ni, ha asseg­na­to un pre­mio al coro prove­niente dal­la regione più lon­tana: Jvenes Can­tores di Cora­to, Bari. Il con­cor­so, patro­ci­na­to dall’Unicef, è il risul­ta­to di un lavoro di un grup­po di appas­sion­ati del can­to corale che in col­lab­o­razione con il Comune ormai da sei anni si ded­i­ca all’organizzazione e alla real­iz­zazione di even­ti cul­tur­ali e musi­cali riv­olti ai bam­bi­ni, con la con­vinzione che l’esperienza corale sia uno stru­men­to didat­ti­co di cresci­ta e mat­u­razione. L’assessore Sbizzera, pre­sente alla finale, ha avu­to parole di elo­gio per tut­ti i cori pre­sen­ti e per il comi­ta­to orga­niz­za­tore, augu­ran­dosi di pot­er nuo­va­mente con­di­videre ques­ta espe­rien­za fra due anni e assi­cu­ran­do l’appoggio del Comune anche per il mag­gio del 2007.