Il Cantalago punta sul fascino femminile. Il Festival della canzone del Garda cambia linea e dopo la conduzione, nel ’99, di un personaggio di dirompente simpatia come Franco Oppini .

Bellezze per il Cantalago 2000

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Il Can­ta­la­go pun­ta sul fas­ci­no fem­minile. Il Fes­ti­val del­la can­zone del Gar­da cam­bia lin­ea e dopo la con­duzione, nel ’99, di un per­son­ag­gio di dirompente sim­pa­tia come Fran­co Oppi­ni (affi­an­ca­to nel­la finalis­si­ma di Desen­zano da Simona Ven­tu­ra), si affi­da alla bellez­za di tre volti noti del­la tele­vi­sione. Il patron del Fes­ti­val, Enri­co Bian­chi­ni, ha infat­ti reso nota la tri­ade di pre­sen­ta­tri­ci che si altern­er­an­no nel cor­so delle ser­ate pro­gram­mate nelle piazze più impor­tan­ti dei Comu­ni bres­ciani, tren­ti­ni e verone­si che ospit­er­an­no gli appun­ta­men­ti del­la ker­messe musi­cale (ded­i­ca­ta a «cov­er» di can­zoni famose pro­poste da can­tan­ti dilet­tan­ti alla ricer­ca di suc­ces­so). Si trat­ta di Saman­tha De Grenet, Emanuela Foliero e Fed­er­i­ca Moro. Tre per­son­ag­gi conosciu­ti e amati dal grande pub­bli­co tele­vi­si­vo. La romana Saman­tha De Grenet è una delle gio­vani con­dut­tri­ci di Italia 1; attual­mente pre­sen­ta, ogni pomerig­gio, il pro­gram­ma musi­cale «Express». La si ricorderà anche nel­la trasmis­sione del­lo scor­so inver­no «Can­did Angels», in «I mis­teri di Casci­na Vianel­lo» e, come con­dut­trice, in «Jam­min». Non han­no bisog­no di pre­sen­tazioni nep­pure Emanuela Foliero, affasci­nante pre­sen­ta­trice di Rete Quat­tro, e Fed­er­i­ca Moro, ex Miss Italia, pro­tag­o­nista in film con Adri­ano Celen­tano e in for­tu­nate mini-serie tele­vi­sive. Un trio di bellezze con tutte le carte in rego­la per con­tribuire al suc­ces­so del Fes­ti­val canoro, che nelle quat­tro edi­zioni pas­sate ha sem­pre reg­is­tra­to una cresci­ta costante dell’apprezzamento del pub­bli­co. Gli orga­niz­za­tori del Can­ta­la­go, man­i­fes­tazione sostenu­ta dagli Asses­so­rati al tur­is­mo delle tre Provin­cie garde­sane, dal­la Comu­nità del Gar­da e dall’Apt del­la Riv­iera degli ulivi, han­no dunque fat­to le cose in grande. Res­ta da ricor­dare che quest’anno il Can­ta­la­go debut­terà eccezional­mente a Mona­co di Baviera, nel­lo splen­di­do Prinzre­gen­ten The­ater, il 4 giug­no prossi­mo. L’idea è quel­la di portare una man­i­fes­tazione garde­sana in Ger­ma­nia per offrire al popo­lo tedesco, fedele cliente tur­is­ti­co di queste riv­iere, un «assag­gio» di ciò che tro­verà la prossi­ma estate nei Comu­ni del lago che ospit­er­an­no le ser­a­ta del­la ker­messe musi­cale. Per la ser­a­ta tedesca il patron Bian­chi­ni e il diret­tore artis­ti­co Andrea Van­ti­ni han­no annun­ci­a­to la pre­sen­za di un big del­la can­zone ital­iana molto apprez­za­to anche oltralpe, Umber­to Tozzi. Lo spet­ta­co­lo sarà con­dot­to dal­la pre­sen­ta­trice tele­vi­si­va del­la Rai Pep­pi Franzelin. La man­i­fes­tazione itin­er­ante ral­le­gr­erà poi le ser­ate garde­sane di luglio e agos­to, peri­o­do clou del­la sta­gione vacanziera.

Parole chiave:

Commenti

commenti