Anche ques'anno a Riva l'importante fiera enogastronomica. Il Tci la regala ai soci

Con Biteg per conquistarsi un posto a tavola in Trentino

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Anche quest’an­no Biteg, la quar­ta Bor­sa del tur­is­mo enogas­tro­nom­i­co in pro­gram­ma al Palafiere di Riva dall’11 al 13 mag­gio prossi­mi, sarà la vet­ri­na più com­ple­ta per conoscere l’of­fer­ta tur­is­ti­ca di molti ter­ri­tori ital­iani ed esteri visti attra­ver­so le pro­poste di cibo e vini strut­turate e pro­mosse da Regioni, Provin­cie, Comu­ni, Con­sorzi agroal­i­men­ta­ri di pro­duzione e tutela di , con­sorzi di pro­mozione tur­is­ti­ca, asso­ci­azioni di Agri­t­ur­is­mo e di cat­e­go­ria, Unioni e camere di Com­mer­cio, Aziende di Pro­mozione tur­is­ti­ca. Moltissi­mi anche gli appun­ta­men­ti e gli even­ti tem­ati­ci ris­er­vati al pub­bli­co ital­iano ed estero e agli oper­a­tori pro­fes­sion­ali: even­ti che faran­no di Riva una sor­ta di cro­ce­via dell’enogastronomia.Eccone alcu­ni. La pre­sen­tazione del­l’Iso­la del Gus­to: spazio ad hoc per conoscere le offerte tur­is­tiche a tema e le ultime novità edi­to­ri­ali riguardan­ti il tur­is­mo enogas­tro­nom­i­co (guide, itin­er­ari del gus­to, ecc.) abbinate nat­u­ral­mente alle degus­tazioni di prodot­ti tipi­ci. La crociera diur­na e not­tur­na (a lume di can­dela) sul bat­tel­lo del Gus­to Trenti­no, un bat­tel­lo a ruo­ta dei pri­mi anni’900 che, toc­can­do Riva, Mal­ce­sine e Limone, con­dur­rà gli ospi­ti in un viag­gio nel­la cuci­na trenti­na offer­ta a bor­do, in , dai migliori ris­tora­tori tren­ti­ni che si fre­giano di una stel­la Miche­lin e da cinque ris­toran­ti europei d’al­ta quo­ta. Le degus­tazioni degli itin­er­ari del gus­to: un appun­ta­men­to con le pre­li­batezze enogas­tro­nomiche ital­iane ed estere che già l’an­no scor­so han­no riscos­so un grande suc­ces­so tra il pub­bli­co con oltre 40 appun­ta­men­ti quo­tid­i­ani. La dis­pen­sa dei prodot­ti tipi­ci: un’ area ris­er­va­ta a chi vuole assag­gia­re e acquistare un pezzet­to delle eccel­len­ze incon­trate negli stand. Due work­shops tra la doman­da straniera e ital­iana e l’of­fer­ta ital­iana e straniera: incon­tro com­mer­ciale accred­i­ta­to in esclu­si­va dal­l’En­it sui mer­cati tur­is­ti­ci inter­nazion­ali. L’op­por­tu­nità di fare busi­ness nel set­tore del tur­is­mo enogas­tro­nom­i­co. Un sem­i­nario inter­nazionale tec­ni­co oper­a­ti­vo sul prodot­to «tur­is­mo enogastronomico».Una stret­ta col­lab­o­razione si è avvi­a­ta poi con il Tour­ing Club Ital­iano per alcune inizia­tive mirate riv­olte a mez­zo mil­ione di soci. Nel pac­co soci 2001, infat­ti, Biteg 2001 è pre­sente con un seg­nal­i­bro per­son­al­iz­za­to, che con­seg­na­to all’in­gres­so del­la man­i­fes­tazione darà dirit­to ad un sim­pati­co omag­gio. Ma non solo. Entu­si­as­man­ti le pro­poste week end che il Tci pro­pone già da questo mese — ed è una pro­mozione vera­mente note­ole e cap­il­lare — a quan­ti, approf­ittan­do del­la visi­ta alla Biteg 2001, vor­ran­no conoscere il ter­ri­to­rio trenti­no, vis­i­tan­do le sue can­tine, ammi­ran­do le sue bellezze pae­sag­gis­tiche, assag­gian­do i suoi imperdi­bili sapori.

Parole chiave: -