Per 20 metri di divieto, i trattori sono costretti a passare da largo Posta

Con la vendemmia parte il giro dell’oca

29/08/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

La vendem­mia, appe­na inizia­ta ripro­pone all’as­so­ci­azione Agraria vec­chi prob­le­mi di via­bil­ità. L’an­da­men­to meteo di ques­ta estate ha accel­er­a­to la mat­u­razione del­l’u­va lun­go i filari costan­te­mente mon­i­torati dal tec­ni­ci che ver­i­f­i­cano quo­tid­i­ana­mente l’ac­cu­mu­lo di zuc­cheri nei grap­poli: si sta ripe­tendo l’an­ticipo del­l’an­no scor­so, dieci-quindi­ci giorni sulle sca­den­ze sanzion­ate dal­la tradizione. I chardon­nay des­ti­nati alla spuman­tiz­zazione sono già sta­ti rac­colti la set­ti­mana scorsa.Per quel tipo di uva c’è poco lavoro in sede: la can­ti­na sociale rivana si limi­ta a rac­coglier­la ed a spedirla sen­za nem­meno spre­mer­la alle can­tine che attuano quel par­ti­co­lare tipo di vinifi­cazione. A seguire è com­in­ci­a­ta la del Pinot gri­gio, che si vinifi­ca in loco. La vendem­mia dei bianchi richiederà una deci­na di giorni di lavoro: tut­ta la pri­ma set­ti­mana di set­tem­bre dovrebbe essere così impeg­na­ta. Il diret­tore Zumi­ani per­al­tro non può sbi­lan­cia­r­si più di tan­to: i pro­gram­mi si fan­no per i prossi­mi due-tre giorni, con un occhio al cielo. Se con­tin­uerà il tem­po sec­co, anche ques­ta del 2001 promette di essere un’an­na­ta da ricor­dare. I dolori ven­gono dal­la intorno alla can­ti­na sociale, ed in par­ti­co­lare dal­l’im­pos­si­bil­ità per i mezzi in usci­ta di per­cor­rere i ven­ti metri fino a viale Dami­ano Chiesa data l’e­sisten­za del divi­eto di tran­si­to instal­la­to da poco dal­l’am­min­is­trazione comu­nale. Per seguire i sen­si uni­ci vigen­ti, un numero di trat­tori oscil­lante fra i 100 ed i 150 al giorno, esce dal cor­tile, sale per viale Alber­ti-Lut­ti, scende da viale Mar­tiri e viale Dante fino a largo Pos­ta e di lì pros­egue su Dami­ano Chiesa: un giro del­l’o­ca fran­ca­mente incom­pren­si­bile (e tale da sovrac­cari­care inutil­mente di traf­fi­co lentis­si­mo e scarichi, il già traf­fi­catis­si­mo largo Ben­sheim). Quan­do ad uscire è un bil­i­co, data la lim­i­tatez­za degli spazi a dis­po­sizione, l’A­graria chiede il soc­cor­so dei vig­ili urbani per bloc­care per un min­u­to il traf­fi­co davan­ti al bowl­ing e far uscire in con­tro­mano motrice e rimor­chio. La soluzione sarebbe sem­pli­cis­si­ma: basterebbe togliere ‑anche solo per le quat­tro set­ti­mane del tem­pi del­la vendem­mia- il divi­eto nel trat­to est di viale Lut­ti. La direzione del­l’as­so­ci­azione Agraria ha inter­es­sato del prob­le­ma il sin­da­co: la sper­an­za è che la deci­sione arrivi in tem­po utile: ossia nel giro d’un paio di giorni.

Parole chiave:

Commenti

commenti