Questa sera si esibirà la Meshuge Klezmer band

Concerto al castello Visita guidata e libri

15/07/2004 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.b.

Sec­on­do appun­ta­men­to con «Luoghi ritrovati». L’associazione Francesco Fontana, dopo il suc­ces­so riscon­tra­to con «Salu­ti a Lazise» a vil­la Gem­ma Bren­zoni di Pacen­go, si spos­ta nel luo­go più sug­ges­ti­vo e pres­ti­gioso di Lazise, ovvero a vil­la Berni­ni, nel par­co del castel­lo scaligero, inglo­ba­to dal­la cin­ta muraria mer­la­ta, dal­la roc­ca scalig­era e dall’antico mas­tio, costru­ito fra il 1375 ed il 1381 a dife­sa del­la Comu­ni­tatis lacisien­sis. Ques­ta sera alle 21 si ebirà la Meshuge Klezmer band, nata a Verona per inizia­ti­va di alcu­ni musicisti prove­ni­en­ti da diverse espe­rien­ze cul­tur­ali con lo scopo di dif­fondere la musi­ca klezmer e yid­dish in gen­erale. Il reper­to­rio che ver­rà pre­sen­ta­to nel par­co del castel­lo scaligero, real­iz­za­to da Gian Bat­tista Buri nel 1878, con al vio­li­no Maria Vicen­ti­ni, sax alto Rober­to Lan­ci­ai, Fabio Basile alla chi­tar­ra, Andrea Ran­za­to alla fis­ar­mon­i­ca, Ste­fano Cor­si al con­tra­b­bas­so e Zeno Rossi alla bat­te­ria, è preva­len­te­mente stru­men­tale ed è cos­ti­tu­ito da danze tradizion­ali che veni­vano ese­gui­te dai klez­morin erran­ti tra le comu­nità ashke­nazite dell’Europa ori­en­tale in occa­sione delle fes­tiv­ità del cal­en­dario ebraico. Il grup­po inoltre eseguirà brani stru­men­tali com­posti da impor­tan­ti musicisti ebrei emi­grati dall’Europa ori­en­tale in Amer­i­ca nei pri­mi decen­ni del 900, soprat­tut­to a New York. Musi­ca quin­di total­mente diver­sa da quel­la fino ad ora pro­pos­ta negli ormai famosi e fre­quen­tatis­si­mi «Con­cer­ti in vil­la». Una novità in asso­lu­to che la Francesco Fontana ha volu­to pro­porre al grande pub­bli­co pro­prio per una nuo­va conoscen­za musi­cale e per diver­si­fi­care la pro­pos­ta e la cul­tura con­cer­tis­ti­ca. E il sito non pote­va essere più indov­ina­to del gia­rdi­no roman­ti­co con cor­so d’acqua, belvedere sul lago, viali e ampi spazi erbosi. L’occasione è comunque ghiot­ta anche per col­oro che inten­dono approf­ittare del con­cer­to anche per una breve visi­ta gui­da­ta: alle 20 cir­ca un’ora pri­ma dell’esecuzione musi­cale, è pos­si­bile ass­apo­rare la soav­ità del grande par­co gia­rdi­no attra­ver­so la gui­da degli ani­ma­tori del Cen­tro tur­is­ti­co gio­vanile con il grup­po «El vissinel». Nel­la ser­a­ta sarà poi pos­si­bile preno­tare il nuo­vis­si­mo libro sul­la e acquistare anche il libro sul­la galea di Lazise pub­bli­ca­to in questi mesi. Il prossi­mo appun­ta­men­to sarà a Palù dei Mori, giove­di 22 luglio, sem­pre alle 21 con Can­ti del­la nos­tra sto­ria con Grazia De Marchi.

Parole chiave: