L'amministrazione comunale di Padenghe, in collaborazione con la Biblioteca ha organizzato una serie di appuntamenti particolarmente interessanti. Martedì 24 ottobre si inizierà con u corso di Yoga

Corsi per tutti i gusti

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Archivi­a­ta la mara­tona esti­va delle man­i­fes­tazioni tur­is­ti­co cul­tur­ali l’am­min­is­trazione comu­nale di Padenghe, in col­lab­o­razione con la ha orga­niz­za­to una serie di appun­ta­men­ti par­ti­co­lar­mente inter­es­san­ti. Mart­edì 24 otto­bre si inizierà con u cor­so di Yoga tenu­to, pres­so la ex sede munic­i­pale, dal mae­stro Rudra. Un ital­iano, for­matosi nel­l’am­bi­ente indi­ano, che ha prat­i­ca­to a lun­go la med­i­tazione tibetana. Dal 26 otto­bre invece pren­derà avvio, pres­so la bib­liote­ca comu­nale, un cor­so base di tedesco con una lezione alla set­ti­mana, il giovedì, dalle ore 20.30 alle 22.00. Ambedue i cor­si, alla loro pri­ma edi­zione, sono aper­ti a tut­ti. Anche il prog­et­to for­ma­ti­vo, con­dot­to dai for­ma­tori del Servizio “Col­oran­do”, e riv­olto alle fig­ure oper­a­tive che si occu­pano di bam­bi­ni di età com­pre­sa fra i 6 e 10 anni, ha pre­so avvio ven­erdì scor­so 13 otto­bre con il tema “Adul­ti nel mon­do dei bam­bi­ni”. Per ven­erdì prossi­mo, 20 otto­bre il tema fis­sato sarà imper­ni­a­to sull’ ”Essere risor­sa per la cresci­ta dei bam­bi­ni”. L’ob­bi­et­ti­vo del­l’in­con­tro è la pre­sen­tazione tra i grup­pi con diver­so ruo­lo educa­ti­vo per offrire la pos­si­bil­ità di sco­prir­si e riconoscer­si come risorse diverse, pos­i­tive, inte­gra­bili. Ven­erdì 27 otto­bre l’ar­go­men­to sarà “Insieme davan­ti alle dif­fi­coltà educa­tive”, men­tre l’ul­ti­mo incon­tro vert­erà sul tema “Una rete educa­ti­va effi­cace e sol­i­dale”. Rela­tori dei vari appun­ta­men­ti, che si ter­ran­no pres­so l’O­ra­to­rio con inizio alle ore 20.30, ed orga­niz­za­ti dal comune in col­lab­o­razione con la Par­roc­chia, la Polisporti­va e la scuo­la ele­mentare, saran­no con­dot­ti dal prof. Gio­van­ni Brichet­ti e dal­la dr.ssa Lau­ra Rocco.

Parole chiave: