Dai bambini arriva, ai genitori, l'esempio.

Cosi si riciclano i rifiuti

21/06/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
s.j.

Dai bam­bi­ni arri­va l’e­sem­pio. Gli alun­ni delle ele­men­tari “Don Quiri­co Turaz­za” han­no pub­bli­ca­to, in col­lab­o­razione con l’asses­so­ra­to all’E­colo­gia, una sim­pat­i­ca e istrut­ti­va gui­da sul­la rac­col­ta dif­feren­zi­a­ta dei rifiu­ti domes­ti­ci. A illus­trare il tut­to gli stes­si bam­bi­ni delle clas­si IV A e B, e V. Aiu­tati dalle maestre han­no tradot­to con parole e dis­eg­ni il cor­ret­to modo di sep­a­rare la mole di rifiu­ti che quo­tid­i­ana­mente ogni famiglia pro­duce. Usan­do filas­troc­che stringate e fic­can­ti i gio­vani stu­den­ti han­no svilup­pa­to una cer­ta sen­si­bil­ità al prob­le­ma e indi­ca­to le vie da seguire a par­tire pro­prio dai loro gen­i­tori. A con­clu­sione del col­orato libret­to, dis­tribuito dal Comune a tutte le famiglie, poche ma preg­nan­ti pil­lole infor­ma­tive che più di tan­ti dis­cor­si ren­dono l’idea del­l’im­por­tan­za di un cor­ret­to rici­clag­gio dei rifiu­ti. «Il lavoro didat­ti­co si è svolto in classe ma anche all’ester­no con vis­ite gui­date», spie­ga la maes­tra Luciana Girelli. «Il quadro che ne è usci­to è purtrop­po di una scarsa atten­zione al rici­clag­gio». Papà e mam­ma presenti,infine, in mas­sa nel sag­gio di fine anno sco­las­ti­co al teatro all’aper­to al Castel­lo Scaligero con gli stu­den­ti pro­tag­o­nisti del recital dal tito­lo: «Siamo tut­ti mer­av­igliosi».