«Garda solidale» raccoglie altri aiuti

Dal lago alla Bielorussia

Di Luca Delpozzo
m.to.

Con­sen­so e fidu­cia alle oper­azioni di sol­i­da­ri­età del­l’as­so­ci­azione «Gar­da Sol­i­dale» di Desen­zano. Giun­gono da una recente indagine con­dot­ta nelle aree di oper­a­tiv­ità del sodal­izio guida­to dal desen­zanese Fabio Perin, tra quan­ti han­no affida­to nelle mani dei volon­tari i loro doni per la Bielorus­sia, Paese a cui mag­gior­mente sono riv­olte le atten­zioni del grup­po. Le per­sone inter­vis­tate han­no rispos­to di avere una buona fidu­cia nel­l’­op­er­a­to del sodal­izio, mal­gra­do le delu­sioni subite per l’in­ter­ven­to pub­bli­co nel set­tore del­la sol­i­da­ri­età. Inoltre, «Gar­da Sol­i­dale» è rad­i­ca­ta ed è com­pos­ta da volon­tari che si carat­ter­iz­zano con prog­et­ti e gran­di ide­al­ità. Il con­sen­so attribuito dipende anche dal fat­to che l’as­so­ci­azione pro­muove pro­poste di inter­ven­to con­crete, i cui obi­et­tivi pos­sono essere ben com­pre­si. Nul­la a che vedere con la coop­er­azione inter­nazionale del pas­sato. Ora il sodal­izio sta rac­coglien­do pac­chi-famiglia da inviare alla sede di Gomel di «Gar­da Sol­i­dale Pat­mos», aper­ta nei mesi scor­si in Bielorus­sia. Per infor­mazioni con­tattare la sede di Desen­zano in via Badolino 14 (tel. 030.9120099/9120757, fax 9993887 — ind­i­riz­zo di pos­ta elet­tron­i­ca: ags@numerica.it; sito inter­net: www.gardasolidale.org. Ulti­ma anno­tazione: i pac­chi non pos­sono con­tenere denaro o medicinali.