Archiviate con un bilancio più che positivo le cerimonie per il Beato. Ora tocca alla 25esima edizione della Fiera: stand da Venerdì

Don Baldo, un agosto da ricordare

28/08/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Pueg­na­go tira le somme dei fes­teggia­men­ti per il Beato Beato don Giuseppe e pen­sa alla fiera ormai prossi­ma (il debut­to è pre­vis­to il prossi­mo 31 agos­to). Un doppio impeg­no per il Comune e anche per la par­roc­chia che, insieme, si era­no ripromes­si di ono­rare deg­na­mente la memo­ria di questo uomo di Dio, di questo prete-con­tadi­no sal­i­to alla glo­ria degli altari, che ha cus­todi­to den­tro di sè i val­ori di quel­la cul­tura popo­lare in cui affon­da­va le sue radi­ci. Un tes­ti­mone stra­or­di­nario a cav­al­lo di due sec­oli, un uomo libero e cor­ag­gioso, una voce fuori dal coro. La Giun­ta, nell’occasione, ha mod­i­fi­ca­to l’intitolazione del­la piaz­za in «Beato don Giuseppe Bal­do». La popo­lazione ha vis­su­to giorni di grande devozione. Il sin­da­co lo ha defini­to «figu­ra forte e gen­erosa nell’impegno sociale, politi­co e spir­i­tuale, sostenu­to con volon­tà e dinam­ic­ità a favore dei più deboli». Momen­ti di par­ti­co­lare emozione, han­no vis­su­to le suore di Pueg­na­go apparte­nen­ti, appun­to, alla Con­gregazione delle «Pic­cole figlie di San Giuseppe», fon­da­ta pro­prio da don Bal­do nel 1894. Tut­ti i pueg­nagh­e­si han­no dimostra­to il loro gran cuore, affet­to e devozione per un concit­tadi­no tan­to ama­to. La visi­ta del vesco­vo ausil­iario mons. Andrea Veg­gio ha reso anco­ra più solen­ni le gior­nate ded­i­cate al Beato. Don Bal­do visse la sua mis­sione e il suo apos­to­la­to come un’arte. La sua capac­ità di guardare oltre la vita era fon­da­ta sul­la fede e sul­la sper­an­za, le sue parole era­no alte, gri­date, cariche di car­ità. Parole fuori e oltre il tem­po, ma calate nel­la gente comune. Una paro­la incon­fondibile, capace di speg­nere la sete di ver­ità, intrisa di amore e di dolore che pun­ta ai val­ori essen­ziali dell’uomo. Su ques­ta stra­da, il Beato ha costru­ito la sua vita di «ero­is­mo cris­tiano». Archivi­ate le cer­i­monie sacre, nel paese valte­n­es­i­mo tut­to è pron­to ormai per la 25ª edi­zione del­la Fiera di Pueg­na­go, vet­ri­na tradizionale dell’agricoltura e dell’artigianato del­la regione valte­n­esina e del­la Riv­iera, in pro­gram­ma dal 31 agos­to al 3 set­tem­bre. La cer­i­mo­nia di inau­gu­razione di svol­gerà domeni­ca 2 set­tem­bre alle ore 9.30 nel­la piaz­za ded­i­ca­ta al Beato don Bal­do. Vini e olio sot­to i riflet­tori, in atte­sa dell’ormai clas­si­ca Mostra mer­ca­to del tar­tu­go del Gar­da, che chi­ud­erà l’annata puegnaghese.

Commenti

commenti