«Le voci» ospiteranno sabato sera al teatro del castello il «Burcina» di Biella e gli «Amici della musica» di Ponsacco

Durante il concerto anche brani dedicati a quattro nazioni europee

05/07/2000 in Spettacoli
Di Luca Delpozzo

Durante il con­cer­to anche brani ded­i­cati a quat­tro nazioni europee e musi­ca Saran­no tre diverse regioni ital­iane, ed espres­sa­mente Vene­to, Piemonte e Toscana, a pro­porre attra­ver­so il can­to corale il pro­prio stile e la pro­pria tradizione popo­lare al con­cer­to in pro­gram­ma a Mal­ce­sine saba­to prossi­mo al teatro del castel­lo scaligero. I tre cori, il locale «Le voci di Mal­ce­sine», il coro «Burci­na» di Biel­la e il coro «Ami­ci del­la musi­ca» di Pon­sac­co (Pisa), si riu­ni­ran­no in un inter­es­sante con­cer­to in col­lab­o­razione con la locale Isti­tuzione Mal­ce­sine più. Il coro mis­to mal­cesinese diret­to dal pro­fes­sor Enri­co Miaro­ma, che aprirà la ser­a­ta, è reduce da un prece­dente incon­tro ad alto liv­el­lo con entram­bi i cori ospi­ti nel­la ser­a­ta di saba­to, sca­tu­ri­to nell’ottobre del­lo scor­so anno quan­do era sta­to invi­ta­to in Toscana dagli «Ami­ci del­la musi­ca», dove ave­va sta­bil­i­to subito otti­mi rap­por­ti di ami­cizia anche con il coro piemon­tese «Burci­na», a sua vol­ta ospite dell’ impor­tante rasseg­na toscana. Da allo­ra i rap­por­ti sono rimasti vivi fino ad arrivare all’opportunità per rein­con­trar­si tut­ti insieme. Per l’occasione il coro «Le voci di Mal­ce­sine» pre­sen­terà pri­ma brani popo­lareg­gianti del De Marzi per poi pros­eguire con un pout-pour­ri europeo di quat­tro diverse nazioni e con la musi­ca leg­gera che sarà pro­pos­ta in lin­gua inglese. Seguirà il coro «Burci­na» com­pos­to da una quar­an­ti­na di ele­men­ti, che arriverà da Biel­la sot­to la direzione del pro­fes­sor Bruno Gia­co­mi­ni, per pro­porre un piacev­ole reper­to­rio: infat­ti il coro a voci vir­ili, pur pre­sen­tan­do anco­ra alcu­ni can­ti di tradizione alpina, pro­pone già da tem­po un reper­to­rio ad di fuori degli stret­ti con­fi­ni nazion­ali, con la ricer­ca di nuove espres­sioni musi­cali di carat­tere popo­lare, forse meno conosciute ma altret­tan­to affasci­nan­ti. Questo coro di ultra­ven­ten­nale attiv­ità dopo un’inizio sor­ret­to dal grande entu­si­as­mo e dall’amicizia dei suoi com­po­nen­ti, sot­to la gui­da atten­ta e pre­cisa di Gia­co­mi­ni, ha affi­na­to la pro­pria espres­sione vocale, rag­giun­gen­do liv­el­li che gli han­no con­sen­ti­to di rac­cogliere sem­pre mag­giori con­sen­si. A chi­ud­ere la ser­a­ta con brani spir­i­tu­al e popo­lari toscani, sarà il coro «Ami­ci del­la musi­ca», diret­to dal pro­fes­sor Alessan­dro Cav­alli­ni. Questo coro a voci miste spazia dal­la musi­ca folk­loris­ti­ca alla poli­fo­nia sacra e pro­fana, ha all’attivo numerosi con­cer­ti in Italia e all’estero e anche reg­is­trazioni discogra­fiche, sca­tu­rite dal­la nuo­va impostazione vocale volu­ta dal coro stes­so negli ulti­mi anni per pot­er affrontare una nuo­va e più com­ple­ta let­ter­atu­ra vocale sem­pre più richi­es­ta. Insom­ma un’ottima occa­sione per una ser­a­ta imm­er­sa nel­la tradizione del can­to corale. Il con­cer­to avrà inizio alle ore 21 e il cos­to del bigli­et­to è di otto mila lire.