Lo studio dell’architetto Cupolo coltiva un ambizioso progetto da 95 milioni per rifare tutta la fascia a lago. Un tunnel sotto il lungolago, piazze, porti e spazi per lo spettacolo

Ecco la «grande Desenzano»

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Una sor­ta di «car­toli­na illus­tra­ta» che pre­sen­ta una Desen­zano affac­cia­ta sul lago e com­ple­ta­mente cam­bi­a­ta. Una riv­o­luzione frut­to di un maxi inter­ven­to sul lun­go­la­go, che alli­neerebbe un palaz­zo per spet­ta­coli teatrali e con­gres­si, piazze e vie, spazi ver­di, un nuo­vo por­to tur­is­ti­co e parcheg­gi sot­ter­ranei. Il tut­to per poco meno di 95 mil­ioni di euro. Si trat­ta del prog­et­to mes­so a pun­to dal­lo stu­dio dell’architetto Emilio Cupo­lo. Pen­sato per­chè pos­sa addirit­tura aut­o­fi­nanziar­si, sot­to­lin­ea lo stes­so Cupo­lo, attra­ver­so la ven­di­ta di alcu­ni immo­bili des­ti­nati a bar, negozi e ris­toran­ti. «Par­lan­do con il sin­da­co Pien­az­za, con asses­sori e varie altre per­son­al­ità — assi­cu­ra il pro­fes­sion­ista — abbi­amo avu­to la con­fer­ma non solo del­la nos­tra gius­ta intu­izione, ma anche dell’attesa di nuove idee per il rin­no­va­men­to di Desen­zano come local­ità tur­is­ti­ca». E vedi­amo in estrema sin­te­si i con­tenu­ti del piano. Intan­to, una stra­da sot­ter­ranea col­legherebbe via Gram­sci e la parte estrema del­la Mara­tona liberan­do il lun­go­la­go Bat­tisti e Anel­li dal traf­fi­co; ma anche la spi­ag­gia del Desen­zani­no, a pochi metri dal­la super intasa­ta Garde­sana. In quest’ultimo caso, il traf­fi­co da e per Padenghe sarebbe devi­a­to all’altezza di Pun­ta Vò, oppure attra­ver­so via Vighen­zi e da qui ver­so la tan­gen­ziale, uti­liz­zan­do anche la nuo­va stra­da del­la lot­tiz­zazione Borghi. Quan­ti ai parcheg­gi, tut­ti al cop­er­to: si svilup­pereb­bero sot­to tre nuove aree bat­tez­zate «Le Piscine» (160 posti), «piaz­za Por­to» (520) e sot­to «piaz­za S. Angela» (1200). Queste nuove aree ver­reb­bero a coin­cidere rispet­ti­va­mente con la zona del Desen­zani­no, del­la darse­na e del­la Mara­tona, gra­zie all’allargamento del­la cos­ta a lago. L’architetto Cupo­lo affronta poi il tema di un luo­go per accogliere gran­di even­ti, e lo indi­vid­ua nel­la zona del­la Mara­tona, nel­la cosid­det­ta piaz­za S. Angela, per la quale prevede un allarga­men­to di 20 mila metri quadri oltre la cos­ta del lun­go­la­go esistente, per far­la diventare il «cuore pul­sante» di Desen­zano. Ques­ta zona ospiterebbe il «Palaz­zo degli Even­ti», due nuovi por­ti tur­is­ti­ci e la nuo­va fas­cia di lun­go­la­go inter­na. Scenografie di luce e di arredo urbano e spazi ver­di con­ferireb­bero un nuo­vo look all’area. La strut­tura con­gres­suale e teatrale di cir­ca 6 mila metri quadri, ver­rebbe costru­i­ta a fer­ro di cav­al­lo aper­ta ver­so il lago, con un’altezza di cir­ca 2 piani e mez­zo fuori ter­ra e due inter­rati. Infine, la spe­sa. Det­to che si aggi­ra sui 95 mil­ioni, la soci­età che si occu­perebbe di far decol­lare il piano real­izzerebbe gli utili venden­do 9.200 metri quadri di locali (negozi e garage), pari a oltre 100 mil­ioni di euro.