E' in programma nel borgo di Castellaro Lagusello la «Festa dei fiori», che ha da sempre portato nella zona migliaia di visitatori provenienti in particolare dalla Lombardia, dal Veneto e dall’Emilia Romagna.

Festa dei fiori a Castellaro Lagusello

Di Luca Delpozzo
Carlo Bresciani

Orga­niz­za­ta dall’Associazione cul­tur­ale «Ami­ci di Lagusel­lo» con il patrocinio del­la e delle Province di Bres­cia, Man­to­va, Verona, è in pro­gram­ma nel bor­go di Castel­laro Lagusel­lo la «Fes­ta dei fiori», che ha da sem­pre por­ta­to nel­la zona migli­a­ia di vis­i­ta­tori prove­ni­en­ti in par­ti­co­lare dal­la Lom­bar­dia, dal Vene­to e dall’Emilia Romagna. Giun­ta alla nona edi­zione, la man­i­fes­tazione inizia domeni­ca 23 aprile, e avrà la dura­ta di una deci­na di giorni. L’originalità del­la fes­ta in ques­ta sug­ges­ti­va local­ità man­to­vana che con­fi­na con la nos­tra provin­cia nei pres­si di Poz­zolen­go, con­siste non soltan­to nelle ban­car­elle dis­sem­i­nate all’interno del cen­tro stori­co che pre­sen­tano ogget­ti che han­no relazione con il fiore — dalle stampe antiche alle ceramiche, dal miele ai vetri, dai lib­ri agli erbari, dai bon­sai alle essen­ze — ma soprat­tut­to nell’arredo del paese con piante, arbusti e fiori, sec­on­do un prog­et­to che cer­ca di val­oriz­zarne ogni ango­lo, per il quale darà un con­trib­u­to prezioso una dit­ta floro­vi­vaista del­la zona. Già domeni­ca 23 aprile, inoltre, nel­la sala par­roc­chiale, sarà aper­ta la mostra «Il mon­do delle far­falle», frut­to del lavoro di ricer­ca del lep­i­dot­tol­o­go bres­ciano Gio­van­ni Sala. La rasseg­na prevede tre itin­er­ari: uno didat­ti­co gen­erale sulle far­falle, un sec­on­do più tec­ni­co con cas­sette con­te­nen­ti far­falle del­la zona garde­sana e un ter­zo illus­tra­ti­vo di famiglie di far­falle diurne e not­turne delle diverse zone geogra­fiche. Lunedì 1 mag­gio, con inizio alle 9.30, si ter­rà un’importante tavola roton­da su «Itin­er­ari dei beni cul­tur­ali nel ter­ri­to­rio garde­sano», alla quale han­no dato la loro ade­sione rap­p­re­sen­tan­ti delle province di Man­to­va, Bres­cia, Verona, il pres­i­dente del­la Comu­nità del Gar­da Ade­lio Zanel­li, e stu­diosi dell’area bena­cense. L’iniziativa è sta­ta pro­gram­ma­ta con il patrocinio del­la , e con la col­lab­o­razione del­la Fed­er­azione delle asso­ci­azioni garde­sane cul­tura e ambi­ente. Nel pomerig­gio del 25 aprile, nel­la corte «Uccel­lan­da» recen­te­mente restau­ra­ta, il grup­po musi­cale «La Rossig­nol» ter­rà un con­cer­to spet­ta­co­lo: i musicisti vesti­ti con cos­tu­mi rinasci­men­tali e usan­do curio­sis­si­mi stru­men­ti d’epoca (flau­ti, bom­barde, ribeca, ghi­ron­da, liu­to, per­cus­sioni), attra­ver­so l’uso di un reper­to­rio di musiche orig­i­nali, creer­an­no le atmos­fere tipiche delle antiche feste cor­ti­giane e popolari.