Saranno utilizzati per colpire i più indisciplinati

Ganasce e telelaser al Comando di Polizia Urbana

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Tem­pi duri per la sos­ta sel­vaggia in uno dei comu­ni del . A Padenghe infat­ti l’Am­min­is­trazione Comu­nale ha provve­du­to in questi giorni a dotare il pro­prio coman­do di Polizia Munic­i­pale di quelle famose, e forse trop­po poco uti­liz­zate, ganasce, o cep­pi, che vietano ai trasgres­sori di andarsene sen­za dover pagare le even­tu­ali sanzioni per le infrazioni commesse. Un’abi­tu­dine ques­ta fre­quente­mente attua­ta soprat­tut­to dai stranieri per i quali, una vol­ta las­ci­a­ta l’I­talia riesce assai il non pagare il con­to con le nos­tre pub­bliche ammin­is­trazioni. Padenghe potrebbe essere il pri­mo comune del lago di Gar­da ad adottare queste mis­ure di tutela con­tro i trasgres­sori. Tra l’al­tro fra poche set­ti­mana allo stes­so Com­man­do ver­rà dato in dotazione, il Tele­laser, mis­ura­tore di veloc­ità capace di colpire anche a dis­tanze notevoli com­p­rese fra gli 800 ed i mille metri attual­mente a dis­po­sizione da pochissi­mi mesi uni­ca­mente dal­la Polizia Stradale di Desenzano.

Parole chiave: