Si avvicina l'ora della partenza per la spedizione di Garda Solidale, che porterà in Bielorussia aiuti umanitari e attrezzature sanitarie

Gli aiuti del Garda alla Bielorussia

Di Luca Delpozzo
S.M.

Si avvic­i­na l’o­ra del­la parten­za per la spedi­zione di Gar­da Sol­i­dale, che porterà in Bielorus­sia aiu­ti uman­i­tari e attrez­za­ture san­i­tarie (fra cui un’am­bu­lan­za dona­ta dal­la Croce Azzur­ra di Travaglia­to e apparec­chia­ture per la rian­i­mazione ed elet­tro­car­dio­gra­fiche offerte dagli ospedali di Son­drio e Bres­cia). Saran­no due i Tir che scaricher­an­no il mate­ri­ale san­i­tario negli ospedali di Viet­ka e Gomel, men­tre gli aiu­ti uman­i­tari saran­no con­seg­nati alla Pat­mos che, sem­pre a Gomel, si occu­pa dei bam­bi­ni di stra­da, degli indi­gen­ti e di tut­ti i bisog­nosi. Il respon­s­abile di Gar­da Sol­i­dale Fabio Perin ha rice­vu­to il ringrazi­a­men­to del Gov­er­no bielorus­so per ques­ta e altre opere umanitarie.