Partita di vertice contro la Lazio. Gli Original Supporters ’99 seguono il Poliplast in tutte le trasferte «Venite in tanti domani a sostenere la squadra. Non ve ne pentirete»

I tifosi delle calciatrici fanno proselitismo

11/01/2002 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Bardolino

Negli spoglia­toi del Comu­nale di Cal­masi­no si prepara una par­ti­ta deci­si­va per il cam­mi­no del Poli­plast Cal­cio Fem­minile con­tro la for­mazione del­la Lazio, sec­on­da a soli tre pun­ti di dis­tan­za. Nel­la bir­re­ria Lolly­buk di Cal­masi­no nel frat­tem­po si stu­di­ano le mosse per sostenere la squadra. E se il Bar­dolino dovrà mer­i­tar­si i tre pun­ti deci­sivi per con­tin­uare a lottare per lo scud­et­to sul cam­po di Cal­masi­no domani alle 14.30, gli Orig­i­nal Sup­port­ers ’99 il loro cam­pi­ona­to lo han­no già vin­to. Nati tre anni fa, gli Orig­i­nal Sup­port­ers ’99 sono il grup­po di tifosi meglio orga­niz­za­to del­la seria A fem­minile che segue il Poli­plast Bar­dolino in tutte le par­tite interne e anche in qualche trasfer­ta «deci­si­va». «Siamo andati a vedere una par­ti­ta per la pri­ma vol­ta qua­si per caso. Ricor­do che era Bar­dolino con­tro Bologna del cam­pi­ona­to 1999/2000», spie­ga il por­tav­oce del grup­po Fabio Castel­lani, uno dei tre fonda­tori che han­no deciso di unir­si per tifare gial­loblù. «Ci siamo andati per curiosità, per pas­sare un saba­to pomerig­gio in com­pag­nia, in maniera diver­tente». Ma ben presto la curiosità del­la pri­ma vol­ta si trasfor­mò in pas­sione e sup­por­to per la squadra. Il grup­po, che si ritro­va ogni mer­coledì alla bir­re­ria Lolly­buk di Cal­masi­no per decidere slo­gan, can­ti, strate­gie di sosteg­no per la squadra, è for­ma­to da cir­ca trenta ragazzi che van­no dai quat­tordi­ci ai trent’anni. «La nos­tra strate­gia per coin­vol­gere nuovi tifosi è molto sem­plice», dice Castel­lani: «Li invi­ti­amo a vedere la par­ti­ta, il saba­to pomerig­gio, per stare in com­pag­nia e per diver­tir­si. E sono molti quel­li che poi, da scetti­ci che era­no, ritor­nano con entu­si­as­mo a vedere del bel cal­cio. Per­ciò rin­novi­amo l’invito: domani ven­ite a sostenere la squadra, non ve ne pen­tirete». Sono già molte le par­tite mem­o­ra­bili ricor­date dagli Orig­i­nal Sup­port­ers ’99: «La finale di Cop­pa Italia dell’anno scor­so a Mis­ano Adri­ati­co con­tro la Tor­res è sta­ta davvero uni­ca: abbi­amo persi­no trav­es­ti­to la nos­tra mas­cotte “Pikaciu” con pinne, palet­ta ed occhiali da sole. La par­ti­ta sospe­sa a per piog­gia è sta­ta un’altra impre­sa per il nos­tro grup­po, sem­pre uni­to e com­pat­to. Il pareg­gio all’andata del Bar­dolino con la Tor­res (1–1) lo abbi­amo seg­na­to un po’ anche noi, soste­nen­do la squadra e spin­gen­dola fino al gol». Un pic­co­lo neo rimane però tra i sup­port­ers e la squadra, che il pres­i­dente, in otti­mi rap­por­ti con il grup­po, vuole can­cel­lare. «I ragazzi si lamen­tano del poco riconosci­men­to del­la squadra nei loro con­fron­ti. Io ho spie­ga­to che le ragazze non sono abit­u­ate a tan­ta noto­ri­età e la stes­sa allena­trice Anna Mega si impeg­na soprat­tut­to affinché non per­dano di con­cen­trazione». Nonos­tante tut­to fa una promes­sa giovedì 17 gen­naio porterà l’allenatrice e qualche ragaz­za nel «covo» degli Orig­i­nal Sup­port­ers ’99 per un incon­tro con i tifosi doc.

Parole chiave: