All’aeroporto D'Annunzio di Montichiari ieri mattina alle 11,20 è atterrato il primo Boeing 737/700 con a bordo i primi ospiti della Land Rover

Il “D’Annunzio” lancia la nuova Range

27/11/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Francesco Di Chiara

All’aeroporto D’An­nun­zio di Mon­tichiari ieri mat­ti­na alle 11,20 è atter­ra­to il pri­mo Boe­ing 737/700 con a bor­do i pri­mi ospi­ti del­la Land Rover. Sono scozze­si di Edim­bur­go, giun­ti a Mon­tichiari per la pre­sen­tazione mon­di­ale del­la nuo­va ammi­raglia Range Rover, un even­to che vedrà giun­gere nel bres­ciano oltre 6000 tra tec­ni­ci, con­ces­sion­ari e pro­fes­sion­isti del set­tore auto­mo­bilis­ti­co. Dal­l’aereo atter­ra­to ieri, un Boe­ing tut­to bian­co con la scrit­ta «New Range Rover» ed il mar­chio del­la Land Rover sul­la car­rozze­rioa dei due motori lat­er­ali, sono sce­si 48 ospi­ti che sono sta­ti accom­pa­g­nati imme­di­ata­mente dalle host­ess nel vici­no hangar del­l’aero­por­to. Il Boe­ing ha parcheg­gia­to pro­prio a pochi metri dal grande capan­none, allesti­to inter­na­mente con pareti mobili, arre­di e com­put­ers per met­tere a loro agio gli ospi­ti durante la pre­sen­tazione. Dopo un aper­i­ti­vo, offer­to dal per­son­ale del­la Rover, gli scozze­si sono sta­ti accolti in uno spazio più grande, una specie di cin­e­ma con numerosi video e poltrone. Qui è inizia­ta per loro la pre­sen­tazione del­la nuo­va auto. Ai gior­nal­isti non è sta­to per­me­s­so pre­sen­ziare poiché vi sarà in segui­to un even­to apposi­ta­mente orga­niz­za­to per loro, prob­a­bil­mente a pochi giorni dal­la pre­sen­tazione uffi­ciale al pub­bli­co del­la nuo­va Range Rover, pre­vista per il prossi­mo gen­naio. «Avre­mo quat­tro mesi di tem­po per par­larne» han­no rispos­to gli orga­niz­za­tori e quin­di agli oper­a­tori del­la stam­pa non è rimas­to che sbir­cia­re all’in­ter­no del grande mag­a­zz­i­no, dove sono allineate numerose Rover, alcune delle quali ver­ran­no uti­liz­zate dagli ospi­ti per rag­giun­gere Palaz­zo Arza­ga a Cal­vagese sul Gar­da. In quel res­i­dence saran­no ospi­tati per due not­ti, e nel frat­tem­po, oltre ad altri incon­tri pro­fes­sion­ali ver­ran­no loro offer­ti anche momen­ti di relax e cul­tur­ali da godere lun­go alcu­ni carat­ter­is­ti­ci itin­er­ari (di rig­ore l’u­so delle Rover) tra le colline che costeggiano il nos­tro lago. Persi­no la coda del Boe­ing 737, del­la com­pag­nia tedesca Ham­burg­er, mostra­va dip­in­to un pae­sag­gio del nos­tro lago, a dimostrazione del­lo scopo anche tur­is­ti­co di questo inten­so pro­gram­ma del­la Rover. Tra le autorità pre­sen­ti per l’ac­coglien­za di ques­ta pri­mo grup­po di vis­i­ta­tori Rover non pote­va man­care il Dr. Vin­cen­zo Fus­co, il più impor­tante diri­gente del­la cir­co­scrizione aero­por­tuale, cui fa capo non solo il D’An­nun­zio ma anche Linate e Malpen­sa. «Una grande occa­sione per Mon­tichiari — ha com­men­ta­to il Dr. Fus­co — per il futuro del­l’aero­por­to D’An­nun­zio questo even­to sig­nifi­ca molto e siamo con­tenti per­ché il luo­go è vera­mente azzec­ca­to. Vi sono gran­di spazi disponi­bili, pro­prio adat­ti per ques­ta vet­ri­na inter­nazionale del­la Rover». Il Boe­ing 737/700 che farà la spo­la tra Mon­tichiari e le prin­ci­pali cap­i­tali europee è nuo­vo di fiamma, è sta­to ridip­in­to per l’oc­ca­sione e gli sono sta­ti tolti 24 posti per per­me­t­tere ai passeg­geri di avere più spazio di movi­men­to e quin­di una mag­gior comod­ità. Aerei di quel tipo offrono 148 posti men­tre il veliv­o­lo a dis­po­sizione del­la Rover ha solo 124 posti a sedere. Da ieri dunque è par­ti­to il prog­et­to che porterà un «volo Rover» al giorno a Bres­cia: oggi arriverà un grup­po da Man­ches­ter, domani da Leeds, quin­di da Lon­dra Stanst­ed, poi da Gatwitch e da Bris­tol, ma il 4 dicem­bre arriverà il pri­mo volo dal­la Ger­ma­nia e l’8 dicem­bre il pri­mo da Pari­gi. Così sino a metà mar­zo con oltre 100 voli e più di 6000 ospi­ti, desiderosi di conoscere tut­ti i seg­reti del­la nuo­va ammi­raglia Range Rover.