Fino al 19 gennaio 2014 i locali della torre gonzaghesca ospiteranno le importanti opere dell’artista veronese

Il dinamismo dell’essere. La nuova mostra di Sabrina Ferrari

14/01/2014 in Arte, Mostre
Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Si inti­to­la Il dinamis­mo dell’essere la mostra del­la scul­trice veronese Sab­ri­na Fer­rari, inau­gu­ra­ta alla Civi­ca Rac­col­ta d’Arte domeni­ca 15 dicem­bre 2013 alle ore 17, pres­so la Torre Civi­ca di Piaz­za Castel­lo di Medole (MN).

L’esposizione, che rien­tra nelle inizia­tive del prog­et­to delle Terre dell’alto man­to­vano, gode del sosteg­no del­la Fon­dazione Carip­lo e del­l’Asses­so­ra­to alla Cul­tura di Medole.

, diret­tore del­la Civi­ca Rac­col­ta d’Arte di Medole, riflet­ten­do sul lavor dell’artista affer­ma che: “L’arte di Sab­ri­na Fer­rari è una sin­te­si rius­ci­ta tra la sto­ria dell’arte e l’estetica. Il suo modus operan­di muove da una conoscen­za che incide la mate­ria con il buli­no del tem­po, posizio­nan­do l’opera nell’alveo del­la sto­ria dell’arte. L’arduo e duro lavoro scul­toreo si risolve appro­dan­do all’opera fini­ta che è movi­men­to, gesto, rit­mo. La durez­za del­la mate­ria, il gio­co chiaroscu­rale, l’eleganza del gesto e l’esplosione silen­ziosa sono i quat­tro car­di­ni dell’opera del­la Fer­rari, pre­sen­ti come sin­to­mi in ogni suo lavoro”

Sab­ri­na Fer­rari è nata nel 1970 a Verona, dove attual­mente vive e lavo­ra. Diplo­matasi nel 1989 al Liceo artis­ti­co, con­tin­ua gli stu­di artis­ti­ci con­seguen­do il diplo­ma acca­d­e­mi­co in scul­tura all’Accademia delle Belle Arti “Cig­naroli” di Verona nel 1993 dove, in occa­sione del­la col­let­ti­va d’Arte egli allievi, riceve il Pre­mio Fonde­ria. Pros­egue il pro­prio per­cor­so for­ma­ti­vo fre­quen­tan­do la scuo­la di scul­tura in mar­mo pres­so l’Istituto “Bren­zoni” di Sant’Ambrogio di Valpo­li­cel­la (Verona). Ter­mi­nati gli stu­di, inizia la pro­pria espe­rien­za lavo­ra­ti­va nel­la Fonde­ria Artis­ti­ca in bron­zo, col­lab­o­ran­do con affer­mati artisti ital­iani e stranieri e inseg­nan­do Dis­ci­pline Plas­tiche pres­so il Liceo artis­ti­co di Verona. Dal 2003 al 2006 lavo­ra come assis­tente del­lo scul­tore Isaac Kahn nel suo stu­dio a Verona.

La mostra chi­ude in bellez­za la sta­gione che la Civi­ca Rac­col­ta d’Arte ha ded­i­ca­to alla scul­tura. Dopo le mostre di Nico­la Bion­dani (I luoghi del­lo stare – dal 12 mag­gio al 18 giug­no) e quel­la di Gian­pietro Moret­ti (Il cor­po e l’anima – dal 28 set­tem­bre al 20 otto­bre), Il dinamis­mo dell’essere di Sab­ri­na Fer­rari rap­p­re­sen­ta il momen­to con­clu­si­vo del­la rif­les­sione sull’arte plas­ti­ca.

Il cat­a­l­o­go dell’esposizione è sta­to pub­bli­ca­to nelle edi­zioni dell’Associazione cul­tur­ale Pre­sen­tart­Sì e rap­p­re­sen­ta il XIV vol­ume del­la collezione dei “Quaderni medole­si d’Arte”.

La Tigre di Mompracem (particolare), 2011, bronzo, cm 89x60x37Orari di aper­tu­ra del­la mostra:

Dal 15 dicem­bre 2013 al 12 gen­naio 2014 – pro­ro­ga­ta fino al 19 gen­naio 2014

Vernissage domeni­ca 15 dicem­bre 2013 ore 17.00

Dal mer­coledì al saba­to 15.30 – 18.30; domeni­ca 10.00 – 12.00 e 15.30 – 18.30

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Parole chiave: