Il Garda scommette sul Turismo Verde e punta sui giardini

16/05/2013 in Attualità, Manifestazioni
Di Redazione

Pub­bli­ci o pri­vati, i parchi sono impor­tan­ti risorse per l’economia e la bio­di­ver­sità locale. La dr.ssa Padri­ni Dol­ci­ni spiegherà come val­oriz­zare questi spazi nell’incontro pro­mosso dal

Uti­liz­zare i gia­r­di­ni come leva per incen­ti­vare il tur­is­mo “green”: pro­prio questi luoghi, per definizione arti­fi­ciali, pos­sono infat­ti para­dos­salmente diventare una “calami­ta” per attrarre ver­so i pae­sag­gi nat­u­rali garde­sani i vis­i­ta­tori più sen­si­bili al fas­ci­no di fiori e geome­trie. Il Bena­co e il suo entroter­ra sono ric­chi di parchi pub­bli­ci e pri­vati da val­oriz­zare e risco­prire, anche in chi­ave di con­ser­vazione del­la bio­di­ver­sità locale. È ques­ta la pro­pos­ta del­la ser­a­ta orga­niz­za­ta dal GAL Gar­daValsab­bia e dal Comune di Salò il 16 mag­gio alle 21 pres­so la Sala dei Provved­i­tori del Munici­pio, Lun­go­la­go Zanardel­li 55. L’incontro è il quar­to appun­ta­men­to del ciclo “Pae­sag­gi rurali, pae­sag­gi pro­dut­tivi” pro­mosso nell’ambito del prog­et­to di coop­er­azione Land­sare del GAL Gar­daValsab­bia e patro­ci­na­to dall’Asses­so­ra­to all’Ambiente ed Ecolo­gia ret­to da .

I poten­ziali van­tag­gi di una mag­giore val­oriz­zazione dei gia­r­di­ni van­no dal­la tutela e cap­i­tal­iz­zazione (anche Saloeco­nom­i­ca) di un’espressione del pae­sag­gio locale, ad un ampli­a­men­to e diver­si­fi­cazione del portafoglio di
prodot­ti tur­is­ti­ci, alla riscop­er­ta sosteni­bile del ter­ri­to­rio, fino al recu­pero e alla dif­fu­sione di specie autoc­tone e rare.
La dr.ssa Rosan­na Padri­ni Dol­ci­ni, architet­to e spe­cial­iz­za­ta in prog­et­tazione del verde pub­bli­co e pri­va­to, guiderà gli spet­ta­tori in un viag­gio attorno al mon­do fra gia­r­di­ni stori­ci e con­tem­po­ranei, alla scop­er­ta delle diverse tipolo­gie (da passeg­gio, da guardare, …), sof­fer­man­dosi in par­ti­co­lare su alcu­ni spazi di asso­lu­to rilie­vo pre­sen­ti nelle zone del Gar­da Bres­ciano e dell’entroterra.

L’attenzione a uno svilup­po del ter­ri­to­rio in chi­ave “verde” è una pri­or­ità del GAL Gar­daValsab­bia, attual­mente impeg­na­to su questo fronte in par­ti­co­lare con il prog­et­to di coop­er­azione transnazionale “”. Nell’incontro del 16 mag­gio ci si sof­fer­merà su quali ele­men­ti val­oriz­zare e sui para­metri gen­er­ali per “leg­gere” un gia­rdi­no. Si trat­ta in sin­te­si dell’organizzazione spaziale delle diverse aree, del­la dis­tribuzione delle zone d’om­bra e sole, delle aree di gio­co e sva­go, del­la dis­po­sizione delle piante, dei fiori e degli arre­di /sculture e infine dell’ orga­niz­zazione dei sen­tieri e dei per­cor­si per il passeg­gio.

L’ingresso all’incontro è libero, per mag­giori infor­mazioni è pos­si­bile con­tattare Lau­ra Brug­nol­li allo 0365- 21261 o all’indirizzo laura.brugnolli@gal-gardavalsabbia.it