Mentre si fa un bilancio degli stage programmati in località europee, si allargano i confini. Cercansi sponsor per scambi di studenti con la scuola di Chengdu

L’Alberghiero parla anche cinese

20/10/2004 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Al pro­fes­sion­ale alberghiero «Cate­ri­na de’ Medici» di Gar­done Riv­iera sono arrivati i cine­si. Un grup­po di pre­si­di e di inseg­nan­ti delle scuole pro­fes­sion­ali per il tur­is­mo del­la provin­cia del Sichuan, la patria del…Panda, una regione inter­na immen­sa, con­fi­nante con il Tibet ha vis­i­ta­to l’is­ti­tu­to, par­la­to con i ragazzi, incon­tra­to il per­son­ale e pos­to numerose domande sul­l’or­ga­niz­zazione del­l’is­ti­tu­to, diret­to da Clau­dio Maz­za­cani. Il pre­side del­la scuo­la di Cheng­du (una cit­tà di 10 mil­ioni di abi­tan­ti, il capolu­o­go del­la provin­cia) è rimas­to entu­si­as­ta e ha chiesto di pot­er “scam­biare” una classe di stu­den­ti. A Gar­done Riv­iera sono alla ricer­ca di spon­sor isti­tuzion­ali o pri­vati per ren­dere oper­a­ti­va l’inizia­ti­va. Il 2 novem­bre arriver­an­no altri vis­i­ta­tori dal­l’Estremo Ori­ente. L’inizia­ti­va in atto è sta­ta pro­pos­ta dal­l’Ag­min, una soci­età pri­va­ta atti­va nel set­tore degli scam­bi inter­nazion­ali, part­ner e con­sulente tec­ni­co di molti prog­et­ti del­l’U­nione Euro­pea. Il fat­to che abbia scel­to pro­prio la “Cate­ri­na de’ Medici” con­fer­ma la bon­tà di una tradizione di qual­ità ormai con­sol­i­da­ta. Il Gov­er­no ital­iano e quel­lo del­la Repub­bli­ca popo­lare cinese han­no fir­ma­to un pro­gram­ma bilat­erale per ridurre la povertà e favorire lo svilup­po eco­nom­i­co delle province del Sichuan e del­lo Shaanxi. L’o­bi­et­ti­vo: miglio­rare le capac­ità di impiego, soste­nen­do il sis­tema del­la for­mazione pro­fes­sion­ale e pro­muoven­do servizi di impiego effi­ci­en­ti ed equi attra­ver­so un approc­cio inter-set­to­ri­ale. Per quan­to riguar­da le scuole, sono pre­visti cor­si di for­mazione in Italia, assis­ten­za tec­ni­ca in Cina da parte di nos­tri esper­ti, in o in cen­tri di for­mazione pro­fes­sion­ale, for­ni­tu­ra di mate­ri­ale didat­ti­co e attrez­za­ture aggior­nate. Attra­ver­so le nuove com­pe­ten­ze acquisite, gli inseg­nan­ti saran­no in gra­do di aggiornare le materie sulle base delle richi­este del mer­ca­to del lavoro, uti­liz­zare tec­nolo­gie mod­erne e svilup­pare i cur­ricu­lum. L’ar­ri­vo sul Gar­da dei pro­fes­sori del Sichuan si inserisce in questo quadro. Intan­to sia la sede cen­trale che la sezione stac­ca­ta di Desen­zano stan­no com­ple­tan­do le espe­rien­ze di stage per il tri­en­nio finale. Ven­ti clas­si han­no impeg­na­to tut­ti i loro allievi, com­p­lessi­va­mente cir­ca 400 ragazzi nelle seguen­ti local­ità: Ibiza (Spagna), Avi­gnone e Alsazia (Fran­cia), Baden bei Wien (Aus­tria), Djer­ba (Tunisia), Iso­la di Sal (Capo Verde). E, in Italia, Cagliari (Forte Vil­lage), Castelvec­chio Pas­coli (“Il Cioc­co”, dove spes­so arri­va il Giro di ciclis­mo), alberghi e strut­ture sul Gar­da. Nel con­testo di prog­et­ti finanziati Comu­nità euro­pea (“Leonar­do”), con­ven­zioni stip­u­late con catene e strut­ture alberghiere, col­lab­o­razioni con gli enti locali, gli stu­den­ti han­no effet­tua­to in media ven­ti giorni di stage, spes­so abbinati a vis­ite cul­tur­ali. Deci­sive, in tal sen­so, le col­lab­o­razioni con i comu­ni di Gar­done Riv­iera e Desen­zano, e con le cit­tà gemel­late. La pri­ma, ad esem­pio, è lega­ta ad Arca­chon, in Fran­cia, dove ha vis­su­to Gabriele D’An­nun­zio, conosci­u­ta per la colti­vazione di ostriche, il Cas­inò e la duna di Pilat (più a Nord non ne esistono altre). Desen­zano, invece, ha eccel­len­ti rap­por­ti con l’Iso­la di Sal (Capo Verde), Antibes Juan les Pins (Fran­cia) e Wiener Neustadt (Aus­tria). Da notare che, fra pochi giorni, il pri­mo di un grup­po di ragazzi prove­ni­en­ti da Capo Verde inizierà a fre­quentare il “Cate­ri­na de’ Medici”, e impar­erà il lavoro in un hotel convenzionato.

Parole chiave: -