L’assessore regionale all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, alla Fiera di Lonato del Garda

Di Luigi Del Pozzo

L’asses­sore all’A­gri­coltura del­la , , ha parte­ci­pa­to, alla 57ª Fiera agri­co­la regionale di Lona­to del Gar­da (Bres­cia). Con lui, fra gli altri, il con­sigliere regionale Fabio Rolfi e gli onorevoli Gui­do Guidesi e Mari­astel­la Gelmi­ni, oltre ai rap­p­re­sen­tan­ti del mon­do agri­co­lo provinciale.

MOMENTO CRITICO — “La del Gar­da è la pri­ma man­i­fes­tazione regionale del 2015, ded­i­ca­ta anche al com­par­to pri­mario — ha det­to Fava — che purtrop­po si inserisce in uno dei peg­giori con­testi eco­nomi­ci per l’a­gri­coltura degli ulti­mi 30 anni”. Il momen­to è piut­tosto criti­co, e non soltan­to per la . “La con­giun­tu­ra vede una forte crisi sia nel lat­te che nei sui­ni — ha spec­i­fi­ca­to l’asses­sore — e dif­fi­cil­mente in pas­sato è cap­i­ta­to di vivere la con­comi­tan­za di mer­cati in asfis­sia in entrambe le fil­iere, per non par­lare delle dif­fi­coltà del­la carne bov­ina e avi­co­la o dei cereali”.

IDENTITÀ TERRITORIO — Rib­assi che potreb­bero com­pro­met­tere, ha pros­e­gui­to Fava, “non solo dunque un com­par­to, ma l’i­den­tità di un ter­ri­to­rio, che ha nel­la speci­ficità delle pro­prie pro­duzioni, nel­la qual­ità riconosci­u­ta e nel tur­is­mo, anche quel­lo enogas­tro­nom­i­co, gli ele­men­ti in gra­do di guidare la ripresa”. Man­i­fes­tazioni storiche come la Fiera agri­co­la regionale di Lona­to del Gar­da, ha rib­a­di­to l’asses­sore Fava, “sono l’oc­ca­sione per risco­prire l’i­den­tità di un ter­ri­to­rio, in ques­ta fase molto com­pli­ca­ta e dal­la quale se ne può uscire solo con l’u­nità di fil­iera e la pro­mozione del­l’enogas­trono­mia locale”.