Lazise, commossa, saluta Annibale Sartori

27/03/2017 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Grave lut­to nel mon­do del volon­tari­a­to lacisiense. Dopo una lun­ga malat­tia è dece­du­to il com­menda­tore Anni­bale Sar­tori per lunghissi­mi anni vicepres­i­dente del­l’ di Lazise fin dal­la sua pri­ma cos­ti­tuzione mez­zo sec­o­lo fa.

Las­cia i figli Tiziana e Adri­ano. I funer­ali si svol­go­no marte­di 28 mar­zo alle 10.30 nel­la par­roc­chiale dei SS Zenone e Martino.

Anni­bale era nato nel 1926 , a Lazise, paese che non ha mai las­ci­a­to essendone attac­catis­si­mo. E’ sta­to un impren­di­tore com­mer­ciale molto capace e dal niente è rius­ci­to a real­iz­zare un impor­tante fer­ra­men­ta con prodot­ti antiparas­si­tari e concimi.

Ma non ha mai lesina­to il pro­prio impeg­no sia nelle isti­tuzioni locali che nel­l’am­pio ven­taglio del volon­tari­a­to e del­l’aiu­to ver­so gli altri.

In pri­mo luo­go l’Avis, i dona­tori di sangue, assumen­do la car­i­ca di vicepres­i­dente fin dal­l’im­me­di­a­ta cos­ti­tuzione del­la comu­nale lacisiense assieme al com­pianto Cav­a­liere Uffi­ciale Gio­van­ni De Lana e del Pro­fes­sore Vit­to­rio Bozzini.

Un impeg­no che por­ta­to van­ti fino a pochi anni pri­ma del­la malat­tia. Non da meno nel­l’AI­DO che ha cura­to e svilup­pa­to in appog­gio alla com­pianta pres­i­dente Imel­da Squarzoni.

Si è molto impeg­na­to anche nel­la polit­i­ca ammin­is­tra­ti­va locale. E’ sta­to per anni asses­sore , ai tem­pi del­la ” Bale­na Bian­ca” a fian­co del sin­da­co alpino Vit­to­rio Bozzini.

Ma per Anni­bale Sar­tori  ci sarebbe anco­ra molto altro da evi­den­ziare — sot­to­lin­ea il pres­i­dente del­l’AI­DO Gio­van­ni Fac­ci­oli — nel­la sua diu­tur­na azione di atten­zione al prossi­mo. Anche a quel­la più nascos­ta e seg­re­ta, dove sovente Anni­bale ha mosso azioni e pas­si sen­za mai pale­sare dove e come ha elar­gi­to tem­po, fatiche, gen­erosità, con­di­vi­sione, spir­i­to di ami­cizia e vic­i­nan­za al grande mon­do del­la sof­feren­za. Non da ulti­mo — con­clude Fac­ci­oli — la gran­dis­si­ma ami­cizia con i nos­tri dona­tori gemel­li di Gag­giano che lo piangono come ami­co frater­no e sin­cero. Sono sta­ti infat­ti i pri­ma a dire che saran­no pre­sen­ti alle ese­quie con una nutri­ta delegazione.”

 

Parole chiave: