Una piattaforma pensata per chi abita e lavora nel Lonatese, per tecnici e cittadini e addetti ai lavori, interessati a migliorare la conoscenza del territorio lonatese

Lonato del Garda presenta il nuovo Geoportale comunale

05/10/2016 in Attualità
Di Redazione

Dopo l’istituzione del­lo Sportel­lo uni­co telem­ati­co delle attiv­ità pro­dut­tive, il Comune di Lona­to del Gar­da diven­ta anco­ra più “smart”, con l’apertura del Geo­por­tale comu­nale. Un’ulteriore seg­nale di atten­zione all’innovazione e all’attuale tema del­la “smart city”, ovvero la “cit­tà intelligente”.

Già da sei anni pro­fes­sion­isti, cit­ta­di­ni e imp­rese pos­sono pre­sentare in modal­ità total­mente dig­i­tale tut­ti i pro­ced­i­men­ti rel­a­tivi alle attiv­ità pro­dut­tive attra­ver­so lo sportel­lo uni­co comu­nale (http://suap.comune.lonato.bs.it), uno dei pri­mi atti­vati in .

Lo sportel­lo telem­ati­co delle attiv­ità pro­dut­tive, gra­zie ad un’interfaccia comu­nica­ti­va per­me­tte la conoscen­za e la com­pi­lazione via web di mod­uli dig­i­tali e altre funzionalità.

La novità ora è il Geo­por­tale comu­nale, di prossi­ma inau­gu­razione: «Si trat­ta di un luo­go vir­tuale – spie­ga Mas­si­mo Castelli­ni, con­sigliere comu­nale incar­i­ca­to per l’innovazione tec­no­log­i­ca e l’informatizzazione – attra­ver­so il quale il Comune di Lona­to mette a dis­po­sizione di tut­ti i cit­ta­di­ni la pos­si­bil­ità di con­sultare in modo inter­at­ti­vo tut­to il pat­ri­mo­nio car­tografi­co dell’ente: carte tec­niche, tem­atiche e ambi­en­tali, piano di gov­er­no del ter­ri­to­rio, mappe cat­a­stali, orto­fo­to dig­i­tali, data­base topografi­co e molto altro anco­ra: è uno stru­men­to pen­sato per chi abi­ta e lavo­ra sul ter­ri­to­rio, per tec­ni­ci e cit­ta­di­ni e addet­ti ai lavori, inter­es­sati a miglio­rare la conoscen­za del con­testo urbano e territoriale».

Il Geo­por­tale comu­nale è inte­gra­to con i sis­te­mi infor­ma­tivi geografi­ci del­la Provin­cia di Bres­cia e delle Regione Lom­bar­dia. E questo per­me­tte di avere un uni­co pun­to di acces­so, aper­to 24 ore su 24, per conoscere tutte le infor­mazioni tec­niche, nat­u­ral­is­tiche e cul­tur­ali rel­a­tive al ter­ri­to­rio comu­nale, attra­ver­so un per­son­al com­put­er o un tablet.

«Un nuo­vo stru­men­to che si aggiunge al sito isti­tuzionale – rimar­ca il sin­da­co – e un ulte­ri­ore tas­sel­lo nell’ottica dell’informatizzazione e nel­la comod­ità di acces­so alla “con­sul­tazione online”, con un occhio di riguar­do per il ter­ri­to­rio e a chi lo vive».

Nel prossi­mo mese di novem­bre il Geo­por­tale sarà pre­sen­ta­to uffi­cial­mente alla cit­tad­i­nan­za e agli ordi­ni pro­fes­sion­ali, in un sem­i­nario for­ma­ti­vo accred­i­ta­to con gli ordi­ni professionali.

Novità tec­no­logiche anche per la bib­liote­ca civi­ca: dopo l’espansione del­la rete wifi nelle sale, l’aggiornamento dell’hardware pre­sente e l’avvio del nuo­vo sis­tema oper­a­ti­vo, sarà introdot­to un soft­ware di nav­igazione inter­net dif­feren­zi­a­ta che con­sen­tirà il con­trol­lo degli acces­si tramite iden­ti­fi­cazione dell’utente, una ges­tione delle politiche di acces­so e nav­igazione, oltre alla com­ple­ta repor­tis­ti­ca. Il tut­to per una nav­igazione inter­net anco­ra più sicura.