Presentato il percorso ciclabile lungo il periplo del Lago di Garda

Nasce “GARDA BY BIKE”, 190 km tutti da pedalare!

Di Luigi Del Pozzo
Il ter­ri­to­rio garde­sano è il pro­tag­o­nista di un’au­t­en­ti­ca vola­ta che lo poterà drit­to al cuore del­l’Eu­ropa gra­zie al prog­et­to GARDA BY BIKE pre­sen­ta­to dagli Asses­sori ref­er­en­ti delle quat­tro Province inter­es­sate, riu­ni­tisi oggi a Gar­done Riv­iera per la sot­to­scrizione del rel­a­ti­vo pro­to­col­lo di inte­sa: per Bres­cia gli Asses­sori ai Lavori Pub­bli­ci — Via­bil­ità alla Cul­tura — Turis­mo Mari­atere­sa Vival­di­ni e , per Verona l’Assessore alla Manuten­zione e Prog­et­tazione via­bilis­ti­ca Car­la De Beni, per Tren­to l’Assessore alle Infra­strut­ture e all’Am­bi­ente Mau­ro Gilmozzi e per Man­to­va l’Asses­sore al Lavoro, Cul­tura e Iden­tità dei ter­ri­tori .
Un itin­er­ario di ben 190 km nel perip­lo del Lago di Gar­da, col­lo­ca­to in una posizione strate­gi­ca, cro­ce­via tra i due per­cor­si Eurov­elo EV7 “Itin­er­ario del­l’Eu­ropa Cen­trale” ed Eurov­elo EV8 “Itin­er­ario Mediter­ra­neo”, e quin­di diret­ta­mente con­nes­so alla rete cicla­bile euro­pea; 3 le Regioni e una trenti­na i Comu­ni attra­ver­sa­ti: tut­to questo e molto altro è “GARDA BY BIKE”!
Evi­den­ti la valen­za tur­is­ti­co-cul­tur­ale – ambi­en­tale e le ricadute pos­i­tive sul ter­ri­to­rio di questo prog­et­to che ambiziosa­mente guar­da all’Europa.
In par­ti­co­lare – ha dichiara­to l’Asses­sore Sil­via Razzi — sono tre gli obi­et­tivi di “GARDA BY BIKE”: incen­ti­vare la real­iz­zazione di itin­er­ari locali ded­i­cati ai ciclisti che si dipartono dal­l’itin­er­ario prin­ci­pale, amplian­do l’of­fer­ta e diven­tan­do l’ele­men­to trainante per fare conoscere le reti locali di itin­er­ari per ciclisti; pro­muo­vere la capac­ità del Lago di Gar­da e del suo entroter­ra di com­petere con altre realtà ter­ri­to­ri­ali, val­oriz­zan­do le risorse sot­to l’aspet­to tur­is­ti­co e del­la fruibil­ità sosteni­bile e amplian­do le oppor­tu­nità già disponi­bili; portare ben­efi­ci eco­nomi­ci alle comu­nità locali dan­do vis­i­bil­ità mag­giore ai com­mer­ci, ai ris­toran­ti e agli alberghi del­la zona del Lago di Garda”.
Nel­lo speci­fi­co, per la real­iz­zazione dell’itinerario — che uti­liz­za piste e per­cor­si cicla­bili già esisten­ti che pos­sono essere sia comu­nali, all’interno dei cen­tri abi­tati, che provin­ciali, quan­do sono di col­lega­men­to fra due comu­ni lim­itrofi – le quat­tro Province si impeg­nano ad instal­lare una seg­nalet­i­ca uni­forme in tut­ti i ter­ri­tori attra­ver­sa­ti, che lo iden­ti­fichi come per­cor­so “GARDA BY BIKE”. Anche per la pro­mozione ver­rà redat­to mate­ri­ale car­taceo uni­co ed uguale per tut­ti i ter­ri­tori, che ripor­ti il per­cor­so indi­vid­u­a­to e denom­i­na­to “GARDA BY BIKE” e le even­tu­ali inter­con­nes­sioni con altri per­cor­si cicla­bili o ciclope­donali locali.
GARDA BY BIKE”, det­taglio del percorso
Lun­go la spon­da occi­den­tale del Lago di Gar­da, l’itinerario, che si estende nel ter­ri­to­rio bres­ciano per cir­ca 89 Km, attra­ver­sa i comu­ni di Sirmione, Desen­zano del Gar­da, Lona­to del Gar­da, alcu­ni comu­ni del­la Valte­n­e­si quali Padenghe sul Gar­da, Moni­ga del Gar­da, Maner­ba del Gar­da; costeggian­do la riv­iera ver­so nord attra­ver­sa i ter­ri­tori di San Felice del Bena­co, e, nel Par­co dell’Alto Gar­da, Salò, Gar­done Riv­iera, Toscolano-Mader­no, Gargnano, Tig­nale, Tremo­sine sul Gar­da, Limone sul Garda.
Nel trat­to fra Gargnano e Limone sul Gar­da il trac­cia­to si iner­pi­ca sui pendii ripi­di dei mon­ti del­la Valvesti­no ed è quin­di con­siglia­to ai soli esper­ti; per chi non è in gra­do si sostenere l’impegnativa sali­ta è pre­vista la pos­si­bil­ità di uti­liz­zare la sul lago attra­ver­so bat­tel­li pre­dis­posti al cari­co delle biciclette.
Il trat­to di per­cor­so impeg­na­ti­vo è lun­go cir­ca 27 Km e può essere super­a­to con i mezzi di lin­ea di da Gargnano a Limone sul Gar­da: durante il peri­o­do esti­vo e fino al 5 otto­bre 2014 sono pre­viste sola­mente due corse per ogni direzione, una al mat­ti­no ed una al pomeriggio.
La soci­età di Ges­tione Nav­igazione Laghi non esclude di pot­er ampli­are la pro­pria offer­ta nei prossi­mi anni qualo­ra la richi­es­ta fos­se ril­e­vante durante i mesi estivi.
Da Limone sul Gar­da è pos­si­bile rag­giun­gere Riva del Gar­da, Tor­bole e Mal­ce­sine sem­pre uti­liz­zan­do la nav­igazione sul lago; per queste trat­te la fre­quen­za è qua­si oraria, con pausa durante l’ora di pran­zo (dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00).
Sulle corse bat­tel­lo l’im­bar­co delle bici­clette è con­dizion­a­to dal tipo di moton­ave in servizio e dal traf­fi­co con­tin­gente. I viag­gia­tori sono invi­tati ad infor­mar­si pre­ven­ti­va­mente pres­so le bigli­et­terie di ter­ra o pres­so il numero verde dedicato.
Nel­la Provin­cia di Tren­to il per­cor­so attra­ver­sa i comu­ni di Riva del Gar­da, Nago-Tor­bole, Arco ed ha una lunghez­za di cir­ca 7 Km.
Nel­la Provin­cia di Verona il per­cor­so è lun­go cir­ca 69 Km ed attra­ver­sa i ter­ri­tori di Peschiera del Gar­da, Castel­n­uo­vo del Gar­da, Lazise, Bar­dolino, Gar­da, Tor­ri del Bena­co, Bren­zone, Mal­ce­sine, rical­can­do in parte il trac­cia­to del­la ciclop­ista del Sole.
In provin­cia di Man­to­va il trat­to è breve ed è di col­lega­men­to fra Peschiera del Gar­da e Poz­zolen­go, sulle colline moreniche, da Pon­ti sul Min­cio a Castel­laro Lagusel­lo a Lona­to. I per­cor­si indi­vid­uati sono due e pos­sono essere alter­na­tivi, si svilup­pano in prossim­ità del Par­co regionale del Mincio.
Bike assessori