E la Regione apre due «tavoli» contro i tagli. Seconda giornata di astensione dal lavoro. I sindacati a colloquio con l’assessore Moneta

Navigarda, ieri sciopero e presidio a Milano

Di Luca Delpozzo

Lo sciopero di ieri e il pre­sidio davan­ti al Pirellone, a , han­no por­ta­to un pri­mo risul­ta­to nel­la lot­ta dei lavo­ra­tori del­la , dura­mente col­pi­ta dai tagli del­la Finanziaria con gravi con­seguen­ze occu­pazion­li (50 posti a ris­chio) e di servizio (can­cel­la­to in mar­zo un ter­zo delle corse). La del­egazione sin­da­cale, che ave­va stig­ma­tiz­za­to il silen­zio del­la in mer­i­to a ques­ta crisi, è sta­ta rice­vu­ta dall’assessore regionale Alessan­dro Mon­e­ta, che final­mente ha garan­ti­to un atti­vo inter­es­sa­men­to per evitare i pesan­ti tagli (cir­ca due mil­ioni di euro per il Gar­da). In prece­den­za, sem­pre in Regione, si era­no fat­ti sen­tire i con­siglieri di mino­ran­za Luca Gaffu­ri e Ste­fano Tosi, che in un comu­ni­ca­to ave­vano sot­to­lin­eato la grav­ità del­la situ­azione e sol­lecita­to la Giun­ta ad atti­var­si. In gior­na­ta è arriva­ta la rispos­ta dell’assessore Mon­e­ta, com­pe­tente in mate­ria di Infra­strut­ture e Mobil­ità. «L’impegno del­la Regione — ha det­to Mon­e­ta incon­tran­do i rap­p­re­sen­tan­ti sin­da­cali — è quel­lo di atti­vare un tavo­lo politi­co inter­is­ti­tuzionale con le Regioni Vene­to, Piemonte e con la Provin­cia autono­ma di Tren­to, e un tavo­lo tec­ni­co per il dial­o­go tra enti locali, aziende e i sin­da­cati». Il lavoro dei due tavoli potrà definire le azioni per far fronte ai tagli alle risorse fat­ti dal­lo Sta­to nel­la finanziaria 2006, nonché il reper­i­men­to delle risorse nec­es­sarie. «Questo tema — ha pros­e­gui­to l’assessore Mon­e­ta — ver­rà por­ta­to all’attenzione del Gov­er­no cen­trale. In par­ti­co­lare il tavo­lo tec­ni­co, da me pro­pos­to, val­uterà tut­ti i com­p­lessi aspet­ti col­le­gati al set­tore del trasporto lacuale, con par­ti­co­lare atten­zione alla qual­ità del servizio che assume impor­tan­za fon­da­men­tale per stu­den­ti e pen­dolari del­la Lom­bar­dia, oltre che per l’avvio del­la sta­gione turistica».