Dopo il trapinato di cornea arriva l'orecchio bionico

Nuova specializzazione all’ospedale di Desenzano

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Nuove spe­cial­iz­zazioni per l’ospedale di Desen­zano. Dopo i recen­ti trapi­anti di cornea arri­va ora la fat­tibil­ità di real­iz­zare altri gran­di inter­ven­ti spe­cial­is­ti­ci come l’applicazione dell’orecchio bion­i­co. Una situ­azione ques­ta che dimostra il con­tin­uo pro­gredire del­lo svilup­po spe­cial­is­ti­co del noso­comio garde­sano a cui fan­no capo medi­a­mente 310 mila per­sone, con una disponi­bil­ità di un migli­aio di posti let­to dis­lo­cati nei 6 ospedali satel­li­ti e poco meno di 3000 dipen­den­ti, alle quali si aggiun­gono, nel cor­so del peri­o­do esti­vo, le centi­na­ia di migli­a­ia di tur­isti che affol­lano le rive garde­sane. Il via libero alla nuo­va spe­cial­iz­zazione è arriva­to in questi giorni dal­la . Si trat­ta di uno dei pochissi­mi cen­tri opra­tivi in questo set­tore in Lombardia

Parole chiave: