Un successo la chiusura della «penisola». Navette e motoscafi per i turisti. Ben 13 mila persone hanno lasciato l’auto a Colombare

Promosso il piano anti-traffico

04/04/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Sirmione

Qua­si 8 mila per­sone trasportate sui bus elet­tri­ci, altre 4 mila a bor­do di moto­scafi, un altro migli­aio con cir­ca 100 mezzi elet­tri­ci noleg­giati (bici, scoot­er, ecc.). L’op­er­azione «Pasqua puli­ta» volu­ta dal­l’Am­min­is­trazione comu­nale di Sirmione nel recente ponte pasquale per ver­i­fi­care la disponi­bil­ità dei tur­isti ad usare il trasporto pub­bli­co, las­cian­do i pro­pri veicoli nei parcheg­gi lon­tani dal cen­tro stori­co, ha quin­di super­a­to ogni più ottimisti­ca pre­vi­sione. Lo dicono i numeri for­ni­ti con un pizzi­co d’or­goglio da , vicesin­da­co di Sirmione, tra i pri­mi a credere in questo prog­et­to e, sem­pre tra i pri­mi, a met­ter­lo in prat­i­ca. In 48 ore, tra Pasqua e , un eserci­to di auto­mo­bilisti ha las­ci­a­to l’au­to nel parcheg­gio Mirabel­lo (in via Bag­n­er, nei parag­gi del por­to di Sirmione 2), sen­za pagare alcun tick­et, ed è sal­i­to volen­tieri sui como­di e silen­ziosi bus elet­tri­ci o a gas metano che il Comune ave­va mes­so a dis­po­sizione, al cos­to di 1 solo euro per per­sona (gra­tu­ito per i bam­bi­ni fino a 12 anni), a cen­to metri dal parcheg­gio. Con una fre­quen­za di 5–10 minu­ti questi veicoli eco­logi­ci han­no fat­to la spo­la con il piaz­za­le del pala­con­gres­si, cioè a 200 metri dal Castel­lo Scaligero, dal­la zona inter­det­ta ai veicoli. Non solo. Ma c’è sta­to un altro eserci­to, qua­si 4 mila per­sone, che ha opta­to per l’eb­brez­za di un viag­gio sul lago a bor­do di mod­erni e comodis­si­mi moto­scafi al cos­to di 2 euro (ridot­to per i bam­bi­ni) che sal­pa­vano dal por­tic­ci­o­lo di Colom­bare per rag­giun­gere il por­to . Il Con­sorzio Moto­scafisti, pre­siedu­to da Clu­dio Fran­cioso, ha rag­giun­to l’ac­cor­do con il Comune met­ten­do a dis­po­sizione una mez­za dozzi­na di imbar­cazioni, gui­date da con­du­cen­ti esper­ti e in pos­ses­so di rego­lare patente. Bus e natan­ti, come antic­i­pa­to una set­ti­mana fa da Bres­ciaog­gi, faran­no comunque com­pag­nia d’o­ra in avan­ti ai tur­isti e ai res­i­den­ti tutte le domeniche e nelle gior­nate fes­tive (come il 25 aprile, il 1 mag­gio, il giorno di Fer­ragos­to). Il ben­efi­cio è duplice. Si riducono le code inter­minabili e inquinan­ti di veicoli su via Colom­bare e via XXV Aprile (in entram­bi i sen­si di mar­cia) e si edu­cano gli auto­mo­bilisti a las­cia­re l’au­to fuori dal­la cer­chia urbana uti­liz­zan­do i trasporti eco­logi­ci di cui è dota­to il Comune di Sirmione. Almeno 10 mila veicoli, a Pasqua, sono rimasti all’esterno del­la cit­tad­i­na, e gli stes­si tur­isti, las­cian­do la macchi­na nei parcheg­gi, ne han­no sicu­ra­mente guadag­na­to in salute. Si pen­si allo stress che si accu­mu­la quan­do si è costret­ti a starsene in fila per ore mag­a­ri con un bim­bo che piange o il cagno­li­no che abba­ia. Un esper­i­men­to che potrebbe fare scuo­la sul lago e che rap­p­re­sen­ta comunque una scelta cor­ag­giosa, l’esempio da seguire per ren­dere il tur­is­mo com­pat­i­bile con il ter­ri­to­rio, sal­va­guardan­do un equi­lib­rio mes­so sem­pre più a ris­chio dall’enorme afflus­so di veicoli. Intan­to, come annun­cia Mat­tin­zoli, vedran­no la luce altri parcheg­gi per rin­forzare quel­lo del Mirabel­lo. Quan­do ver­rà real­iz­za­to il nuo­vo cen­tro sporti­vo alla Lugana, l’at­tuale cam­po da cal­cio davan­ti al cimitero ver­rà trasfor­ma­to in un grande park­ing capace di accogliere qua­si un migli­aio di veicoli. Altre aree ver­ran­no indi­vid­u­ate al Tode­schi­no. U na nota sto­na­ta, inoltre, che deve far riflet­tere: i res­i­den­ti e i lavo­ra­tori pen­dolari han­no rispos­to con scar­so entu­si­as­mo al servizio del bus navet­ta. «Nei prossi­mi mesi — assi­cu­ra il vicesin­da­co — ver­rà pre­sen­ta­to il nuo­vo piano urbano del traf­fi­co, qui tro­ver­e­mo indi­vid­uati i nuovi parcheg­gi dove trat­tenere i veicoli e altre inizia­tive per il pro­gres­si­vo dis­in­quina­men­to del cen­tro stori­co». Sem­pre nei giorni fes­tivi sono anche in fun­zione i pan­nel­li lumi­nosi che preavvertono gli auto­mo­bilisti del­la situ­azione del traf­fi­co e dei parcheg­gi interni. Infine, quan­to pri­ma ver­rà sposta­to il mer­ca­to set­ti­manale del ven­erdì a Lugana o alle Colom­bare: la deci­sione ver­rà pre­sa tra breve.