I fedeli corrono alle Fontanelle. Domenica prossima attesa grande folla per le processioni di rito

Quarant’anni fa le apparizioni

18/04/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Francesco Di Chiara

Alle Fontanelle di Mon­tichiari è sta­ta riman­da­ta a domeni­ca prossi­ma la grande fes­ta per il 40° anniver­sario delle pre­sunte apparizioni del­la Madon­na Rosa Mist­i­ca alla veg­gente Pie­ri­na Gilli. Ieri, giorno di , cade­va il giorno dell’anniversario poichè le visioni iniziarono pro­prio il 17 aprile 1966, ma la vera com­mem­o­razione con le pro­ces­sioni di rito è fis­sa­ta per la Domeni­ca in Albis, ovvero la fes­tiv­ità suc­ces­si­va alla Pasqua, che nel 1966 cor­rispon­de­va pro­prio al 17 aprile. «L’appuntamento più impor­tante è pro­prio per domeni­ca prossi­ma — con­fer­ma Ange­lo Mor, il cus­tode del sito reli­gioso — i pel­le­gri­ni lo san­no ed arriver­an­no numerosi anche dal­la Ger­ma­nia. Si faran­no due pro­ces­sioni, una al mat­ti­no e l’altra di pomerig­gio». Le pro­ces­sioni alle Fontanelle si effet­tuano par­tendo dal­la fonte prin­ci­pale, dove si trovano le scale di pietra su cui la Gilli disse che la Madon­na posò i suoi pie­di, e quin­di per­cor­ren­do la stra­da asfal­ta­ta che con­duce sino all’incrocio del­la stra­da Asolana. Anda­ta e ritorno sarà un per­cor­so di cir­ca un chilometro, con i pel­le­gri­ni inten­ti a recitare il rosario e la stat­ua di Rosa Mist­i­ca por­ta­ta a brac­cia in tes­ta al cor­teo. Ma altre stat­uette ver­ran­no por­tate tra le brac­cia di molti pel­le­gri­ni che poi le posizion­er­an­no davan­ti alla fonte per la benedi­zione che seguirà la mes­sa, ovvero la fun­zione reli­giosa che di soli­to è cel­e­bra­ta alle ore 17,30 dai sac­er­doti di Bor­gosot­to, la par­roc­chia cui fa rifer­i­men­to la local­ità Fontanelle. Quest’anno sarà assente don Emilio Trec­ca­ni, il sac­er­dote di Carpen­do­lo incar­i­ca­to dal vesco­vo di seguire spir­i­tual­mente i pel­le­gri­ni che ogni anno sem­pre più numerosi accor­rono nel luo­go mar­i­ano ai con­fi­ni tra Mon­tichiari e Carpen­do­lo. Una malat­tia lo tiene infat­ti anco­ra bloc­ca­to a casa ma sono numerosi i pel­le­gri­ni che ogni giorno pregano per lui e chiedono del suo sta­to di salute. Ieri alle Fontanelle si è nota­to un flus­so con­tin­uo di diverse centi­na­ia di pel­le­gri­ni, giun­ti anche per unire la devozione alla Madon­na con l’appuntamento del lunedì di Pas­quet­ta soli­ta­mente ded­i­ca­to al pic nic fuori casa. Moltissi­mi i cin­gale­si pre­sen­ti, con le loro famiglie ed i bam­bi­ni, in rap­p­re­sen­tan­za di un popo­lo noto­ri­a­mente devo­to alla Vergine Maria. La fes­ta è sta­ta rov­ina­ta soltan­to dal tem­po­rale e dal­la gran­dine cadu­ta in abbon­dan­za poco pri­ma l’inizio del­la fun­zione reli­giosa delle 17.

Parole chiave: