Una miriade di danni: ma esiste la concreta possibilità di un aiuto in denaro

Un’unità di crisi per affrontare l’emergenza

25/11/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
p.t.

La piog­gia con­tin­ua a cadere. Ma ad Arco qual­cosa si muove per venire incon­tro a chi, in questi giorni di dilu­vio, ha subito dei dan­ni. L’am­min­is­trazione Verone­si, infat­ti, è pas­sa­ta dalle parole ai fat­ti, cre­an­do un nucleo oper­a­ti­vo d’e­mer­gen­za, istituen­do un nucleo tec­ni­co di ver­i­fi­ca ed un recapi­to tele­fon­i­co a dis­po­sizione di tut­ti col­oro che vogliono saperne di più su come ottenere even­tu­ali finanzi­a­men­ti per le riparazioni di quan­to dan­neg­gia­to dal­l’in­cred­i­bile onda­ta di maltempo.Tutti quei cen­si­ti arcensi che han­no avu­to can­tine, garage, mag­a­zz­i­ni e lab­o­ra­tori som­mer­si dal­l’ac­qua potran­no con­tare sul­l’ap­pog­gio fat­ti­vo del comune. Gra­zie al «Nucleo oper­a­ti­vo d’e­mer­gen­za» — com­pos­to dal sin­da­co, dal vicesin­da­co, dal­l’asses­sore ai lavori pub­bli­ci, dal diri­gente del­l’area tec­ni­ca, dai coman­dan­ti dei vig­ili urbani e di quel­li del fuo­co e da un geol­o­go esper­to in prob­lem­atiche legate alle calamità nat­u­rali — sarà garan­ti­ta una ver­i­fi­ca e un mon­i­tor­ag­gio delle situ­azioni a ris­chio sulle quali s’in­ter­ver­rà in coor­di­na­men­to con la Provin­cia e il com­mis­sari­a­to del governo.Il «Nucleo tec­ni­co di ver­i­fi­ca», invece — com­pos­to da un fun­zionario del­l’uf­fi­cio tec­ni­co e da un vig­ile urbano — avrà il com­pi­to di rispon­dere alle richi­este di sopral­lu­o­go che avran­no lo scopo di accertare l’ef­fet­ti­va esisten­za di dan­ni. Dan­ni per riparare i quali i cen­si­ti potran­no anche con­tare su con­tribu­ti. Pro­prio per per­me­t­tere a tut­ti di conoscere le modal­ità pot­er accedere a questi con­tribu­ti, il comune di Arco ha isti­tu­ito un numero tele­fon­i­co pres­so gli uffi­ci tec­ni­ci: 0464/583640. A questo recapi­to, inoltre, si potran­no rice­vere indi­cazioni sui mod­uli (che pos­sono essere riti­rati pres­so gli stes­si uffi­ci comu­nali) da com­pi­lare per richiedere i ris­arci­men­ti stes­si. Oltre al numero comu­nale, inoltre, i cen­si­ti pos­sono riv­ol­gere le loro domande ai diver­si uffi­ci provin­ciali, a sec­on­da del­la tipolo­gia del dan­no subito.Per dan­ni strut­turali all’abitazione potran­no com­porre lo 0461/497604 del «Servizio edilizia abitativa».Se ad essere dan­neg­giate sono state aziende agri­cole, il numero di rifer­i­men­to è lo 0461/495638 del «Servizio strut­ture, ges­tione e svilup­po aziende agricole».Se a patire le con­seguen­ze del­l’al­lu­vione sono state le infra­strut­ture dei con­sorzi di miglio­ra­men­to fon­di­ario o di altri enti pub­bli­ci, i respon­s­abili potran­no riv­ol­ger­si allo 0461/495773 del «Servizio infra­strut­ture agri­cole e riordi­no fondiario».Per i dan­ni alle pro­prie strut­ture, infine, gli arti­giani chia­mano lo 0461/495730 del «Servizio arti­giana­to» men­tre per i com­mer­cianti c’è lo 0461/495730 del «Servizio Commercio».

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti