giovedì, Aprile 25, 2024
HomeAttualitàA Clara Guerra, di Lazise, il mondiale di canotaggio singolo

A Clara Guerra, di Lazise, il mondiale di canotaggio singolo

E’ la prima volta nella storia del canottaggio italiano che una donna vince un mondiale in “singolo” e per di più con un record mondiale. Questa è la diciassettenne Clara Guerra, veronese di Lazise, che a Rotterdam, domenica, ai campionati mondiali di canottaggio ha conquistato il podio massimo con un tempo di 7.49.69 davanti alla tedesca Alicia Bohn ed alla olandese Karolinen Florijn. Ma Clara , nei giorni scorsi, nelle gare di classificazione per le semifinali ha superato il record mondiale.

Da oggi, quindi Clara è wonder woman azzurra, la donna più veloce nel singolo juniores. Una vittoria che l’ha  vista infliggere alla Germania,  ben 4.57 secondi di distacco. Un oro supermeritato. Un grande orgoglio italiano e veronese, non da meno del lago di Garda, dove Clara ha mosso i primi passi nella Canottieri Bardolino. Ora porta i colori della Pro Monopoli dove da qualche tempo si allena e vive.

“Oggi grande Italia ai mondiali Juniores – dichiara il presidente della Federazione Italiana Canottaggio Giuseppe Abbagnale – anche se in questi anni ci sono state per me tante prime volte, questa è un pò speciale. L’Italia per la prima volta vince una finale , in singolo, juniores femminile.”

“Dire che siamo felici dell’affermazione di Clara è dire poco – dichiara il sindaco di Lazise Luca Sebastiano – perché oltre alla meravigliosa affermazione, la nostra giovane atleta porta in alto i colori di Lazise.” La prima a gioire a Lazise è stata la nonna, Sabine Wessel, di nazionalità tedesca ma a Lazise da moltissimi anni. Ne è sempre stata convinta che a Rotterdam la nipote avrebbe fatto una ottima figura. Ed ha centrato in pieno il pronostico. “Orgogliosi di avere una campionessa mondiale in famiglia – ha rimarcato teutonicamente Sabine – perché se lo è guadagnato con tanto impegno e con tanto amore per lo sport.”

“Una grandissima soddisfazione per Clara ed anche per me – sottolinea il papà Marco, primo a credere in lei, e suo primo allenatore – perché ha coronato tanti sforzi, tanto impegno, ma soprattutto tanta passione.”

Ecco la classifica: Italia con 7.49.69 , Germania con 7.54.26, Olanda con 7.56.16, Francia 7.56.33, Bielorussia 8.04.90, Australia con 8.21.14

Sergio Bazerla

 

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video