venerdì, Luglio 19, 2024
HomeTerritorioDividere i rifiutidei campeggiPeschiera al via
Intesa siglata ieri in Provincia

Dividere i rifiutidei campeggiPeschiera al via

Ora è tutto nero su bianco. L’operazione raccolta differenziata nei campeggi sta per scattare. Si avvia, come annunciato, prima di Pasqua, quando la popolazione vacanziera lacustre comincia ad aumentare.Siglato dunque ieri il «Protocollo d’intesa tra Provincia di Verona, Consorzio di bacino Vr 2 del Quadrilatero, Comune di Peschiera per la raccolta, il trasporto, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti derivanti dai campeggi del Lago di Garda». Il protocollo è stato presentato in un incontro in Provincia, convocato dall’assessore provinciale all’ecologia Luca Coletto, cui hanno partecipato il presidente del Conzorzio, Domenico Bianchi, con il direttore Elena Bordignon, la ditta Agenda 21 Consulting, consulente della Provincia e un delegato del sindaco di Peschiera, Umberto Chincarini, l’assessore Gianluca Fiorio.Era stato proprio Chincarini il primo a sollevare la necessità di far effettuare la differenziata nei camping: «Nel Comune è appena scattato il servizio porta porta e l’amministrazione aveva stralciato la raccolta dei rifiuti nei campeggi poiché, non effettuandosi qui la differenziazione, i costi avrebbero rischiato di essere caricati sui cittadini», spiega l’assessore Coletto. «Ora che l’accordo è stato raggiunto questo servizio specifico parte subito». Potrebbe riguardare anche altre strutture strettamente connesse col turismo. «Dovrebbe coinvolgere anche la Navigarda e, lo auspichiamo, anche gli albergatori. Inoltre, dopo Peschiera, il protocollo sarà esteso a tutti i Comuni della sponda veronese del lago».«Ogni campeggio dovrà dimostrare di aver differenziato almeno il 50 per cento del rifiuto totale prodotto», spiega Coletto. «Se raggiungessimo queste percentuali il risultato sarebbe eccellente dato che il servizio è agli inizi. Invitiamo comunque gli utenti ad essere scrupolosi visto che, ormai, qualsiasi cittadina impegnata nella differenziata la effettua nella misura del sessanta per cento almeno».L’organizzazione e il coordinamento della gestione è affidato al Consorzio di bacino Vr2, i rifiuti provenienti dai camping sono così assimilati a quelli solidi urbani. «Si faranno cioè verifiche, ma conosciamo la situazione», ricorda Coletto: «in base ai dati sappiamo già che, nel periodo estivo, la raccolta ha un picco notevole, i rifiuti aumentano cioè di tre-quattro volte».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video