mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiIl centro per ora non chiuderà alle auto
Castiglione, vanno prima recuperate le aree ex Opg ed ex Cavalieri. Bilancio di fine mandato per l'assessore Sereni: la zona verde Desenzani sarà probabilmente finita a giugno

Il centro per ora non chiuderà alle auto

Poco più di 27 miliardi e mezzo di lire di investimenti in opere pubbliche, ripartiti in 10 aree di intervento, cui si aggiungono alcune opere in fase di progettazione per 110 milioni di lire. Questi i termini economici del bilancio che l’assessore ai Lavori pubblici di Castiglione delle Stiviere, Innocente Sereni, è in grado di stilare dopo tre anni e mezzo di amministrazione.”Quando sono stato nominato – spiega Sereni -, ho puntato su una visione complessiva di viabilità, aree verdi, edifici pubblici e cimitero, partendo dalla definizione di progetti di massima nei diversi settori. Questo per individuare le priorità in rapporto alle risorse disponibili, procedendo per stralci”. Fra tutti, Sereni ritiene qualificante l’intervento sulle aree verdi comunali (circa 22.000 mq), che ha portato a realizzare giardini pubblici in varie zone, fra le quali assume un certo rilievo, in termini economici, la piazza di Grole con area verde attrezzata. A questo si aggiunge l’acquisto dei 36.000 mq dell’area ex Desenzani: se il tempo sarà clemente, dovrebbe essere completata entro giugno. Restano da appaltare solo la piantumazione e l’impianto d’irrigazione.Gli investimenti per l’edilizia scolastica superano i 5,5 mld. “Oltre alla costruzione della materna e del centro di preparazione pasti – prosegue Sereni – sono stati fatti interventi di manutenzione, fra cui quello del Centro di formazione professionale per 700 milioni”. La voce patrimonio pubblico assorbe circa il 25% degli investimenti totali e i più consistenti riguardano il capannone e le sale polivalenti in area Pip, il recupero in corso dell’ex-Menghini, la ristrutturazione di edifici pubblici in via Garibaldi e del Centro diurno anziani.Altro problema chiave è la viabilità, per creare le condizioni per ridurre la circolazione di automezzi. Cosa possibile solo offrendo alternative a pedoni e ciclisti: da qui le piste ciclopedonali realizzate. In futuro, sarà completato il progetto e si dovrà intervenire su via Cavour (ex-statale).Molto sentito il problema del traffico in centro storico, tanto che, da più parti, ci si è chiesto se non fosse opportuno pensare a qualche forma di chiusura: “Quello del centro è un problema serio, anche perché il traffico segue due direttrici per collegare la parte est e quella ovest del paese. Credo, però, che qualsiasi intervento non potrà che essere un palliativo, fintanto che non saranno recuperate 2 aree importanti quali l’ex Opg e l’ex pastificio Cavalieri. Solo allora si potrà pensare a un progetto definitivo per la viabilità in centro”.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video