lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeAttualitàIl giudice «spegne» Rambo e Magma
L’ufficiale giudiziario al Canevaworld.
Ora tocca ai titolari sospendere le due attrazioni rumorose

Il giudice «spegne» Rambo e Magma

Canevaworld, l’attrazione situata sulla sponda veronese del Garda, continua a far parlare di sè in sede giudiziaria. Il Parco Divertimenti in questione è noto perché si distingue tra le analoghe strutture in quanto è l’unico ad avere la particolarità di a ricreare al suo interno i «set» di film famosi quali Rambo, Lara Croft, i Blues Brothers, tanto per interdersi. Alcuni set sono anche improvvisati al momento, per coinvolgere in azioni emozionanti e divertenti anche i visitatori.Chissà, quindi, cosa devono aver pensato le comparse e gli addetti della struttura quando venerdì pomeriggio, si è presentato ai cancelli del Caneva nientemeno che l’ufficiale giudiziario del Tribunale di Verona «armato» di una ordinanza emessa qualche mese fa, che ingiunge al Canevaworld la chiusura di alcune attrazioni.La vicenda, lo ricordiamo, era esplosa la scorsa estate, quando alcuni confinanti, stanchi di subire i continui rumori, grida, scoppi e schiamazzi provocati dalle varie attrazioni, si erano rivolti all’avvocato Franco Zumerle affidandogli l’incarico di intervenire per far cessare i disturbi. Il professionista, non nuovo a questo genere di controversie imperniate su questioni di immissioni sonore, ha iniziato un laborioso procedimento giudiziario avanti al tribunale di Verona proponendo ai giudici la richiesta di un provvedimento di urgenza che ordinasse la chiusura delle attrazioni più rumorose. Dopo una perizia fonometrica affidata dal Giudice ad un esperto del settore, il tribunale ha accolto la richiesta ordinando a Canevaworld la chiusura di tre attrazioni e cioè di «X-City» (una specie di montagne russe), «Rambo» (un set che riproduce alcune scene tratte dal celebre film) e «Magma» (un’attrazione che conduce gli spettatori a bordo di un camion lungo un percorso irto di sorprese e colpi di scena). I titolari del parco di divertimenti si sono anche appellati contro il provvedimenti di chiusura, ma il tribunale anche in sede di appello ha dato loro torto.Durante la pausa di chiusura invernale una delle tre attrazioni (X-City) è stata venduta, ma nonostante il provvedimento del tribunale, i titolari del Canevaworld alla riapertura della stagione 2007 hanno riproposto le attrazioni Rambo e Magma, provocando quindi l’intervento dell’ufficiale giudiziario, che ha intimato ai titolari l’immediata cessazione delle attrazioni ed ha rinviato ad una nuova visita la verifica del rispetto dell’ordine del giudice. Qualora le attrazioni non venissero sospese spontaneamente, il tribunale provvederà a disattivare d’imperio il funzionamento di due spettacoli in contestazione.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video