venerdì, Marzo 1, 2024
HomeAttualitàIntervento di salvataggio sul prezioso ciclo di affreschi a Pai
La Soprintendenza ha accolto la richiesta dell’amministrazione e ha deciso di mettere al lavoro i propri esperti Restauro per San Gregorio

Intervento di salvataggio sul prezioso ciclo di affreschi a Pai

Stanno proseguendo i lavori di restauro degli antichi affreschi nella chiesetta cimiteriale di San Gregorio a Pai. Dopo diversi anni dalla richiesta ufficiale da parte dell'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Alberto Vedovelli, la Sovrintendenza per il patrimonio storico artistico e demoetnoantropologico del Veneto ha iniziato i lavori di restauro degli antichi affreschi, posti sui lati settentrionale e meridionale dell'edificio. La chiesa dedicata a San Gregorio, costruita all'interno del cimitero di Pai nel secolo dodicesimo, è oggi piuttosto mal ridotta. Dopo la seconda guerra mondiale infatti, l'edificio era stato danneggiato dai bombardamenti e la Sovrintendenza aveva messo mano ai lavori di restauro e sopraelevazione del tetto, consentendole di rimanere ancora in piedi. Alcuni anni fa il Comune aveva risanato la muratura esterna e aveva fatto richiesta di autorizzazione per il recupero degli affreschi sulla muratura della chiesa. «Dopo il completamento dei lavori al tetto e alla muratura», ha illustrato il vicesindaco e assessore alla cultura Daniela Peroni, «ora la Sovrintendenza, dopo un sopralluogo della responsabile Anna Malavolta, ha messo mano autonomamente ai dipinti, risalenti quasi tutti al tredicesimo secolo e orami malconci». Ed infatti, confrontando lo stato attuale degli affreschi con le fotografie del 1992, la differenza appare netta: molti dipinti sono assai più rovinati, appena visibili ed altri si presentano privi totalmente di alcune parti. Gli ampi riquadri dei Santi richiamano quelli della chiesa di San Pietro in Vincoli, nel borgo medievale di Campo di Brenzone. San Giovanni Battista, la Madonna con il Bambino, Santa Caterina d'Alessandria, San Gregorio con Antonio Abate, ed altri ancora sono i Santi ancora riconoscibili, per il recupero dei quali la Sovrintendenza ha stanziato diecimila e settecento euro. Le garanzie di buon successo sull'esecuzione dei lavori, comunque, non dovrebbero mancare. La dottoressa Malavolta ha affidato alla ditta Pinin Brambilla di i lavori di restauro. La ditta è la stessa che si è occupata del ripristino del Cenacolo. Soddisfazione è stata espressa sia dal vice, Daniela Peroni, che dal sindaco di Torri, Alberto Vedovelli. «Dopo i lavori alla chiesa della Santissima Trinità e quelli degli a San Siro, i lavori alla chiesa di San Marco a Pai ed ora, speriamo con partenza a breve, quelli della chiesa di San Giovanni, all'ex cimitero di Torri, avremo messo mano a tutte le chiese che necessitavano di recupero», ha concluso il vicesindaco. Vedremo quindi come si presenteranno gli affreschi della chiesa di San Gregorio al termine dei lavori previsti.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video