domenica, Luglio 21, 2024
HomeAttualitàS. Silvestro, ben diecimila in riva al lago
Salutato in pompa magna il 2003. Ieri mattina, per il quinto anno, un gruppo di temerari si è tuffato nel Garda al Brolio. Edizione da record per la tradizionale festa in piazza Tre Novembre

S. Silvestro, ben diecimila in riva al lago

Hanno iniziato a rimepire piazza Tre Novembre già dalle 22 e, allo scoccare della mezzanotte, erano diventati un esercito di 10mila ragazzi. Scatenati, urlanti, danzanti, si sono presi un attimo di pausa solo alle 00.15, quando il cielo è stato illuminato dai fuochi d’artificio sparati dalla piattaforme piazzate a qualche centinaia di metri nelle acque antistanti il porticciolo e la torre Apponale. Poi, la festa è ripresa fino alle ore piccole, esaurendosi piano piano per manifesta stanchezza dei protagonisti. L’anno 2003 è iniziato così per la “Busa”, fortunatamente senza incidenti di rilievo.Un veglione da record, insomma, cui ha voluto partecipare – a modo suo – anche una “senzatetto”, rimasta per ore seduta ai piedi della torre Apponale, intabarrata in chissà quanti strati di vestiti, con il volto coperto da un berretto e da una sciarpa. Seduta con il suo cagnolino accanto, tanto immobile da sembrare finta. Insensibile ai botti e ai molti decibel della musica dance. Sul “fronte danni” da segnalare solo un piccolo incidente ad Arco, in via S. Caterina, dove poco dopo l’una e mezzo, una Passat Station Wagon è finita in un cartello per la pubblicità a pochi metri dal mobilificio Berlanda. Ingenti i danni alla macchina, tabellone distrutto, illesi i passeggeri dell’auto. Per il resto, qualche cestino incendiato, oltre ad un cassonetto e ad un cipresso in fiamme in viale Rovereto, subito spenti dai vigili del fuoco di Riva intorno alle 6 di ieri mattina. Soltanto un paio gli interventi cui sono stati chiamati i sanitari delle ambulanze del 118 di Riva, per ferite lievi causate da qualche bottiglia rotta.Frammenti che nel corso della serara hanno ricoperto come un tappeto la piazza e che, ieri mattina di buonora, hanno dato il loro bel daffare agli uomini del comune, impegnati già di buonora nel far sparire i segni della grande festa. Bottiglie, cappellini di carta, trobette e bicchieri che, invece, sono rimasti nel lago e che, ieri mattina, al Brolio, in molti non hanno potuto fare a meno di notare. Ad assistere al tuffo che, ormai da cinque anni, un gruppo di temerari organizza a Capodanno, c’era un folto pubblico di amici, parenti e curiosi. Stavolta, un bel sole e il clima abbastanza mite hanno spinto la truppa di “senza paura” a tuffarsi a ripetizione dal molo, sotto lo sguardo attento degli uomini dell’Associazione Trentino Salvamento che, sui loro gommoni, anche ieri hanno garantito la sicurezza della manifestazione. Questi nomi dei protagonisti del 2003: Fabrizio Di Stasio, Giorgio Alberti, Loris Boninsegna, Stefano Brancaccio, Paolo Zucchellini, Sergio Civettini, Laura Civettini, Gualtiero Parisi, Rolando Bugoloni (Gaba), Luca Degara (Bali), Nathalie Schuldt, Fabia Torbol, Luigi Zambotti, Gianni Amistadi, Stefano Tovazzi, Paolo Stefani.

Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video