Festa della trebbiatura a Lazise

13/08/2014 in Attualità
Parole chiave: -
Di Sergio Bazerla

Tre giorni di fer­ragos­to con la fes­ta del­la treb­biatu­ra ed aratu­ra con le mac­chine d’e­poca in local­ità  Parolota. La man­i­fes­tazione ha rag­giun­to quest’an­no la dec­i­ma edi­zione e si apre pro­prio nel­la gior­na­ta di fer­ragos­to con l’in­au­gu­razione, alle 9,30, con la pre­sen­za del sin­da­co Luca Sebastiano.

Imme­di­ata­mente dopo avrà luo­go, sul cam­po, la treb­biatu­ra del fru­men­to con le mac­chine di un tem­po ed a mez­zo­giorno la sgranatu­ra del mais.

Nel pri­mo pomerig­gio è pre­vis­to un inter­ven­to infor­ma­ti­vo sul tema “I saperi del­la Brac­cia” a cura del­l’as­so­ci­azione Pro Loco di Moli­na. Al ter­mine, nel tar­do pomerig­gio ci sarà una dimostrazione tec­ni­ca di aratu­ra con trat­tori d’e­poca, prin­ci­pal­mente con i famosi Lan­di­ni. E pro­prio pres­so l’azien­da agri­co­la Mar­ca­to , nei giorni del­la fes­ta, saran­no posti in mostra diver­si esem­plari di trat­tori d’e­poca, mac­chine per la treb­biatu­ra, l’aratu­ra, ed altro ancora.

L’inizia­ti­va è pro­mossa dal Grup­po Treb­bi­a­tori di San­drà, dal­la Pro Loco di Moli­na, dal pan De Verona con il patrocinio del­l’am­min­is­trazione comunale.

Sono tre giorni impor­tan­ti per­ché por­tano a Lazise non solo tur­is­mo ma anche tradizione, pre­sen­za del­la sto­ria con­ta­dine, del­la mec­ca­n­iz­zazione in agri­coltura — spie­ga Mat­teo Mar­ca­to — in quan­to nel nos­tro ter­ri­to­rio  non vi è sola­mente tur­is­mo, ma anche mol­ta e buona agri­coltura. E con ques­ta tre giorni vogliamo davvero far conoscere alla gio­vani gen­er­azioni lo svilup­po agrario del­la zona, le colti­vazioni, l’u­ti­liz­zo dei mezzi, la mieti­tu­ra e quan­to da essa ne deri­va. Avre­mo la pos­si­bil­ità di far vedere come “nasce il pane” gra­zie agli ami­ci pan­i­fi­ca­tori, una delle azioni più inter­es­san­ti che andremo a pro­porre ai bam­bi­ni, ai ragazzi, alle famiglie.”

E nel­la fes­ta ci sarà anche la pos­si­bil­ità di degustare alcu­ni del­la cam­pagna. Pri­mo fra tut­ti il pane, non da meno il salame, la carne sala e tan­to di qualità.

In tutte tre le gior­nate sarà pos­si­bile vedere mac­chine agri­cole d’e­poca a lavoro. Ci sarà anche una gui­da che spie­ga il loro fun­zion­a­men­to e al loro storia.

Per even­tu­ali con­tat­ti o spie­gazioni è pos­si­bile con­sultare il sito inter­net : www.trebbiatorisandra.worpress.com

Ser­gio Bazerla

Parole chiave: -