Ora ce ne sono dieci

Al concerto della torre antica si aggiungono quattro nuove campane

19/06/2004 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Silvio Stefanoni

Una delle tor­ri dell’antico castel­lo di Poz­zolen­go, ospi­ta un bel con­cer­to di sei cam­pane into­nate in Re diesis. Il con­cer­to fu istal­la­to sul­la torre il 27 otto­bre del 1929. In quel­la occa­sione fu anche suona­to un pez­zo inti­to­la­to «Omag­gio a Poz­zolen­go» scrit­to dal M° Pietro San­cas­sani di Verona . Ora, in occa­sione del­la fes­ta per il 150° del­la Madon­na di Poz­zolen­go, ver­rà inau­gu­ra­to il nuo­vo con­cer­to, cui sono state aggiunte altre quat­tro cam­pane, frut­to di una don­azione. «In questo modo — dice Fran­co Biaset­ti, diret­tore del grup­po cam­pa­nari di Poz­zolen­go — la scala musi­cale è com­ple­ta. Questo con­sente di allargare il reper­to­rio, al pun­to che ora si può suonare qualunque melo­dia». La pri­ma delle nuove cam­pane, dona­ta dal Grup­po cam­pa­nari e dal Comune, rende omag­gio ai 150 anni del­la Madon­na e vi sono raf­fig­u­rati San­ta Bertilla e lo stem­ma comu­nale. La sec­on­da, invece, dona­ta da Ercolano e Maria Tere­sa Gan­di­ni, ono­ra S. Gia­co­mo a ricor­do dell’antica Chiesa che sorge nell’omonima local­ità e raf­figu­ra PaoloVI e Sant’Angela Meri­ci. La terza è un omag­gio a San Vig­ilio in ricor­do dell’antica Abazia S. Vig­ilio. Vi son­no raf­fig­u­rati Gio­van­ni Pao­lo II e Benedet­ta Bian­ca Por­ro ed è un dono dei famil­iari del­lo scom­par­so Aldo Ruf­foni. La quar­ta, infine, è in onore di S. Anna, che viene ricor­da­ta anche nel­la cap­pel­la che sorge sul ter­reno del vec­chio cimitero. Por­ta le icone di S. Madre Tere­sa di Cal­cut­ta e di S. Gio­van­ni Bat­tista ed è sta­ta dona­ta dal­la moglie e dai figli del­lo scom­par­so Fran­co Baroni. Il Grup­po cam­pa­nari di Poz­zolen­go è affil­ia­to all’Associazione suona­tori di cam­pane a sis­tema veronese, e parte­ci­pa a gare e rasseg­ne. I fonda­tori del grup­po, che con­ta in tut­to cir­ca 20 soci, sono Costan­ti­no Ric­chel­li, Bruno Ter­raroli, Pietro Loda. Il M° diret­tore è Fran­co Biasetti.