Al dr. Gaetano Benati il settimo “Samaritano di Lazise”

07/12/2016 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Il set­ti­mo “Samar­i­tano di Lazise” è il medico Gae­tano Benati. Lo ha sta­bil­i­to l’ap­posi­ta com­mis­sione del­l’AI­DO di Lazise , nei giorni scor­si, val­u­tan­do diverse seg­nalazioni giunte entro il 31 otto­bre alla pres­i­den­za. Con­trari­a­mente agli anni pas­sati, dove il nome del pre­mi­a­to rimane­va top secret fino al giorno del­la pre­mi­azione, quest’an­no il neo­pres­i­dente Gio­van­ni Fac­ci­oli ha ritenu­to doveroso darne l’an­nun­cio alcu­ni giorni pri­ma del­la ser­a­ta di giove­di 8 dicem­bre data la ril­e­van­za del sogget­to premiato.

Gae­tano Benati è un lacisiense doc anche se da alcu­ni anni eserci­ta la pro­fes­sione di medico di base a Bar­dolino. Ed è pro­prio a Bar­dolino che ha imme­di­ata­mente  rac­colto la pro­pos­ta del­la famiglia De Beni per la isti­tuzione del grup­po assis­ten­ziale A.M.O. Gar­da, dive­nen­done uno dei soci fonda­tori. Ma il Dot­tore Benati è anche il coor­di­na­tore medico del­la strut­tura infer­mieris­ti­ca che opera a domi­cilio per l’as­sis­ten­za e cura dei malati ter­mi­nali. Quin­di la grande ani­ma del sodal­izio bar­do­linese che ormai spazia in tut­to il com­pren­so­rio del Baldo-Garda.

Il pre­mio riconosce una per­sona che con un com­por­ta­men­to altru­is­ti­co opera a favore dei meno for­tu­nati e deboli del­la nos­tra comu­nità — spie­ga Gio­van­ni Fac­ci­oli — e il dot­tore Benati lo fa da anni con gra­tu­ità impeg­no, altissi­ma pro­fes­sion­al­ità. Sul suo nom­i­na­ti­vo tut­ta la com­mis­sione unanime­mente ha dato parere favorev­ole. Un risul­ta­to che ci ono­ra e che sap­pi­amo sarà con­di­vi­so da molte famiglie che han­no sper­i­men­ta­to sul­la pro­pria pelle il lavoro dei volon­tari di Amo Baldo-Garda.”

Il pre­mio ver­rà con­seg­na­to nel cor­so del con­cer­to musi­cale del com­p­lesso fis­ar­monicisti ” Cit­tà di Verona”, diret­to dal mae­stro Luciano Brut­ti che si svolge giove­di 8 dicem­bre alle 19 nel­la chiesa par­roc­chiale, con ingres­so libero.

Nelle prece­den­ti edi­zioni il pre­mio è sta­to asseg­na­to a: Vicen­z­i­na Per­inel­li, Giampao­lo Bozzi­ni, Rodol­fo Cal­le­garo, Ren­zo Tosato, Vit­to­ria Pachera ed agli autisti del­la asso­ci­azione San Mar­ti­no in Calle.

Ser­gio Bazerla

Parole chiave: