Fine settimana dedicato al 33esimo Campionato italiano, organizzato dalla sezione bresciana della Monte Suello. Percorso da 18 chilometri per le pattuglie in armi e in congedo. Il tracciato è top secret

Alpini atleti di regolarità in montagna

29/09/2005 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

in mar­cia saba­to 1 otto­bre e domeni­ca 2, a Salò, per la dis­pu­ta del 33° Cam­pi­ona­to ital­iano di rego­lar­ità in mon­tagna a pat­tuglie, orga­niz­za­to dal­la sezione Monte Suel­lo. Questo il pro­gram­ma. L’ uffi­cio-gara aprirà alle ore 16, allo scopo di effet­tuare il sorteg­gio del­l’or­dine di parten­za. Alle 17.30 le penne nere si trasferi­ran­no in piaz­za­le Serenis­si­ma, a fian­co del­l’uf­fi­cio postale e del­la Can­ot­tieri. Alle 17.50 inizierà la sfi­la­ta per le vie del cen­tro stori­co, con l’alz­a­bandiera e la depo­sizione del­la coro­na di alloro al mon­u­men­to dei Cadu­ti, in piaz­za del­la Vit­to­ria. Alle 18.30 la mes­sa in Duo­mo. Alle 19.30 la ser­a­ta in piaz­za, con la pre­sen­za del­la Fan­fara alpina di Salò e il rin­fres­co. Domeni­ca, alle 7, ritro­vo dei con­cor­ren­ti, ritiro dei pet­torali e con­trol­lo dei doc­u­men­ti. Alle 8 la parten­za del­la pri­ma pat­tuglia, che dovrebbe arrivare attorno alle 11.30. Gli spet­ta­tori saran­no ral­le­grati dal­la musi­ca del­la Fan­fara. I numerosi iscrit­ti, ulti­ma­ta la gara, avran­no la pos­si­bil­ità di rifocil­lar­si con un robus­to spiedo nel­la palestra del­l’ex Liceo Fer­mi. Alle 15.30 le pre­mi­azioni nel gia­rdi­no Baden Pow­ell, sul lun­go­la­go. Il comi­ta­to orga­niz­za­tore è for­ma­to da Cor­ra­do Per­ona, pres­i­dente Ana, Gior­gio Son­zog­ni, che gui­da la com­mis­sione sporti­va nazionale, Fabio Pasi­ni, il numero 1 del­la Monte Suel­lo, Giuseppe Riv­et­ta, diret­tore di gara, e Michele Carz­eri, giu­dice imparziale. Com­mis­sario: Ennio Bel­leri. Sul per­cor­so, a con­trol­lare che tut­to fili per il ver­so gius­to: Fab­rizio Quis­ti­ni, Ste­fano Bianchi, Fabio Vicen­ti­ni (cen­tro­camp­ista di spic­co del Toscolano cal­cio), Giorgino Daine­si, a suo tem­po diri­gente di spic­co del Sab­bio, e Gian Luca Don, così lega­to alle mon­tagne che ha volu­to cel­e­brare il suo mat­ri­mo­nio a Campei di Cima. Servizio elab­o­razione dati: Ettore Beschi. L’as­sis­ten­za med­ica è garan­ti­ta da Giuseppe Laz­zari­ni. Ambu­lanze dei e del­la Asso­ci­azione Vil­lanovese. Speak­er: Dino Comi­ni. E’ pre­vista l’af­fluen­za di centi­na­ia di per­sone. Le pat­tuglie, cias­cu­na com­pos­ta da tre ele­men­ti, saran­no divise in due cat­e­gorie: alpi­ni in armi e soci Ana (dovran­no essere in rego­la col bolli­no 2005, e avere un cer­ti­fi­ca­to di idoneità). La tenu­ta rego­la­mentare sarà carat­ter­iz­za­ta da cap­pel­lo con la pen­na nera, cam­i­cia o maglione, pan­taloni alla zua­va o cor­ti al ginoc­chio, scarpe da mon­tagna o ped­ule con suo­la tipo vibram, giac­ca a ven­to, zaino o zainet­to libero da vin­coli di peso (non bor­sa da sci). La gara si dis­put­erà su un per­cor­so di cir­ca 18 km., con trat­ti alter­nati di sali­ta, piano, fal­sopi­ano e disce­sa. Le medie da osser­vare nei vari trat­ti sono seg­rete: ver­ran­no comu­ni­cate all’at­to del­la parten­za di ogni set­tore. Oltre ai con­trol­li orari, saran­no pre­dis­posti dei con­trol­li seg­reti sul com­por­ta­men­to delle pat­tuglie, che dovran­no mar­cia­re ordi­nata­mente con una dis­tan­za non supe­ri­ore a 20 metri tra il pri­mo e l’ul­ti­mo. Non è ammes­so cor­rere nè fer­mar­si. Proibito chiedere infor­mazioni sul per­cor­so o sug­li avver­sari, così come far­si pre­cedere da staffette o infor­ma­tori o uti­liz­zare sot­terfu­gi, come radio rice­trasmit­ten­ti, tele­foni­ni o altro. Per ogni sec­on­do di anticipo o ritar­do sul tem­po sta­bil­i­to ver­rà asseg­na­to un pun­to di penalizzazione.

Parole chiave: