La giunta regionale regala questa cifra agli albergatori e agli agenti di viaggio per il turismo

Avete un miliardo da spendere

22/11/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

C’è una piog­gia di sol­di in arri­vo per gli alberghi e le agen­zie di viag­gi. La Giun­ta regionale, su pro­pos­ta dell’assessore al tur­is­mo Flo­ri­ano Pra, ha approva­to un piano di con­tribu­ti per qua­si un mil­iar­do ad esclu­si­vo van­tag­gio delle strut­ture tur­is­tiche del comune di Gar­da. A ren­der­lo noto agli oper­a­tori eco­nomi­ci è sta­to il sin­da­co Gior­gio Comenci­ni, con una cir­co­lare ind­i­riz­za­ta all’associazione alber­ga­tori, all’associazione com­mer­cianti, nonché a tut­ti gli alber­ga­tori e gli agen­ti di viag­gi di Gar­da. «Non pos­so che esprimere la sod­dis­fazione e la grat­i­tu­dine dell’Amministrazione, dice Comenci­ni, «per ques­ta deci­sione del­la Giun­ta regionale. È la ripro­va che l’aver cedu­to alla Regione l’ex asi­lo per ricavar­ci la sede dell’azienda di pro­mozione tur­is­ti­ca e di vari uffi­ci region­ali decen­trati fa da volano anche ad altri inter­ven­ti a favore del­la nos­tra econo­mia tur­is­ti­ca». Come nasce questo ric­co rega­lo regionale agli alber­ga­tori e ai tour oper­a­tor garde­sani? Per capirne l’origine, occorre risalire — come ha evi­den­zi­a­to l’assessore vene­to Pra nell’illustrazione del­la delib­era — alla legge 266 dell’agosto 1997, che isti­tu­i­va il fon­do nazionale per il cofi­nanzi­a­men­to di inter­ven­ti region­ali nel set­tore del com­mer­cio e del tur­is­mo. Il pro­gram­ma attua­ti­vo regionale ave­va pre­vis­to un inter­ven­to finanziario di tut­to rispet­to nei Comu­ni di Gar­da, Recoaro e Liv­inal­lon­go del Col di Lana: un mil­iar­do cias­cuno ai pri­mi due, mez­zo mil­iar­do al terzo.