Avvio a Malcesine ai lavori della ciclovia del Garda

10/02/2023 in Attualità
Di Redazione

“Il ha un val­ore ambi­en­tale uni­co: con­sapevoli di questo, la Ciclovia del Gar­da che vedrà la luce sarà real­iz­za­ta tenen­do con­to del­la del­i­catez­za del baci­no lacus­tre e del ter­ri­to­rio cir­costante. Con le soprint­en­den­ze il lavoro è costante e con­tin­uo affinché il prog­et­to sia por­ta­to a com­pi­men­to nel pieno rispet­to del ter­ri­to­rio. La Ciclovia è pen­sa­ta infat­ti pro­prio guardan­do ad una mobil­ità slow, in cui le due ruote siano un mez­zo per muover­si e conoscere, unen­do tur­is­mo, sicurez­za del­la cir­co­lazione, cul­tura e pos­si­bil­ità di godere delle bellezze dei luoghi”.

Queste le parole con cui la Vicepres­i­dente e Asses­sore alle Infra­strut­ture e trasporti del­la Regione ha com­men­ta­to l’avvio dei lavori di real­iz­zazione del 1° Stral­cio fun­zionale del­la Ciclovia del Gar­da, in comune di Mal­ce­sine (VR), lun­go la S.R. 249 – Garde­sana Ori­en­tale — da local­ità Baitone alla Gal­le­ria Navene/Cantone, per un impor­to com­p­lessi­vo di 7.451.148,53 euro cop­er­to dal Fon­do comu­ni con­fi­nan­ti.

La Ciclovia del Gar­da è un itin­er­ario ad anel­lo lun­go le sponde del e inter­es­sa il ter­ri­to­rio del­la Regione del Vene­to, del­la Lom­bar­dia e del­la Provin­cia Autono­ma di Tren­to, per un totale di cir­ca 165 km. Si con­nette con l’itinerario 7 del­la rete euro­pea EuroV­elo (Eurov­elo 7) e toc­ca 19 comu­ni riv­ieraschi, tra cui 8 veneti in provin­cia di Verona: Mal­ce­sine, Bren­zone sul Gar­da, Tor­ri del Bena­co, Gar­da, Bar­dolino, Lazise, Castel­n­uo­vo del Gar­da e Peschiera del Gar­da per una lunghez­za di cir­ca 67 km. L’iter di attuazione ha vis­to, nel 2021, la con­seg­na al MIMS del prog­et­to di fat­tibil­ità tec­ni­co eco­nom­i­ca dell’intera ciclovia, cui è segui­ta, con delib­er­azioni di Giun­ta, l’approvazione di speci­fi­ci accor­di di pro­gram­ma per l’individuazione e la real­iz­zazione con­giun­ta dei pri­mi lot­ti fun­zion­ali con le ammin­is­trazioni comu­nali inter­es­sate.

Det­taglio inter­ven­to

  • L’intervento inizia a sud dall’innesto con l’esistente pista sul­la spi­ag­gia in Loc. Baitone e l’albergo Vil­la Mon­i­ca attra­ver­so la real­iz­zazione del­la pista sul mar­gine ovest del­la car­reg­gia­ta con allarga­men­to del mar­ci­apiede esistente e la real­iz­zazione di un nuo­vo trat­to di mar­ci­apiede a cav­al­lo del ponte sul Tor­rente valle Bova.
  • Pros­egue ver­so la Valle Mas­tel­la con la real­iz­zazione del­la pista ester­na alla car­reg­gia­ta del­la S.R. 249 con due diverse soluzioni.
  • Nel trat­to a cav­al­lo del­la Val Mastella/Valle Can­tone viene real­iz­za­to un trat­to di pista con impal­ca­to con sezione ad arco
  • Nel trat­to tra ponte ad arco Val Mas­tel­la e imboc­co sud del­la gal­le­ria stradale Navene/Cantone sarà real­iz­za­ta un trat­to di pista su strut­tura a sbal­zo ester­na alla car­reg­gia­ta stradale
  • Nel trat­to par­al­le­lo alla gal­le­ria stradale nat­u­rale Navene/Cantone sul lato lago è pre­vista invece la real­iz­zazione di una nuo­va gal­le­ria lun­ga 220,50 m, sud­di­visa al suo inter­no tra pista e pista pedonale
  • All’imbocco nord e sud del­la gal­le­ria stradale Navene/Cantone è pre­vista la real­iz­zazione di un impal­ca­to con fun­zione di belvedere

Commenti

commenti