Il Consiglio respinge l’idea della Piazza di frenare la richiesta di autorizzazione del Caneva

Con il bilancio passa la proposta di realizzare la biblioteca civica

12/04/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Bazerla

Sono sta­ti approvati con il solo voto del­la mag­gio­ran­za e il voto con­trario del­la lista La Piaz­za il bilan­cio di pre­vi­sione 2006 e la relazione pre­vi­sion­ale e finanziaria pro­pos­ta dall’assesore al bilan­cio Francesco Olivieri. Nel­la fase prepara­to­ria, fino a pochi momen­ti pri­ma del­la dis­cus­sione e votazione, la mino­ran­za ave­va in ani­mo di pre­sentare diverse istanze di mod­i­fi­ca alla pro­pos­ta avan­za­ta dal­la mag­gio­ran­za. Ma in sede di dis­cus­sione tut­to è fila­to lis­cio, a parte qualche speci­fi­co inter­ven­to di chiari­men­to avan­za­to dal con­sigliere Andrea Man­za­to. In par­ti­co­lare Man­za­to si è sof­fer­ma­to sul­la con­sis­tente voce del cos­to del per­son­ale, in relazione ai pre­mi di obi­et­ti­vo des­ti­nati ai sette diri­gen­ti dei vari uffi­ci, con un cos­to ann­uo di cir­ca 120mila euro, nonché sull’incremento pre­vi­sion­ale delle entrate rel­a­tive alle opere di urbanizzazione.Ha rispos­to il ragion­iere Mau­ro Antonel­li speci­f­i­can­do che alcu­ni introiti del 2006 sono rifer­i­ti a oper­azioni immo­bil­iari di carat­tere pri­va­to di com­pe­ten­za dell’esercizio 2005, incas­sati nei pri­mi mesi dell’anno corrente.Un inter­ven­to è sta­to ris­er­va­to alla neces­sità di real­iz­zare una . Lo ha evi­den­zi­a­to il capogrup­po del­la mino­ran­za Giulio Rama, con­seg­nan­do al sin­da­co una pro­pos­ta cir­costanzi­a­ta. «Lazise è uno dei pochissi­mi comu­ni del­la provin­cia», ha det­to Rama, «pri­vo di bib­liote­ca. L’unico del lago». Rama ha sot­to­lin­eato che la pro­pos­ta di spe­sa di 25 mila euro mes­sa a bilan­cio non è suf­fi­ciente. «Per prog­ettare bene», ha sot­to­lin­eato Rama, «occorre tenere con­to pri­ma di tut­to delle risorse umane, delle fes­ce di età cui riv­ol­ger­si, del­la qual­ità del servizio. Dell’ isti­tuzione di postazioni inter­net e altro. Occorre quan­to pri­ma cos­ti­tuire un grup­po di prog­et­to pro­fes­sion­al­mente adegua­to. Alcu­ni pae­si del­la bas­sa veronese si avval­o­gono dei servizi di coop­er­a­tive spe­cial­iz­zate a cui anche noi potrem­mo attingere».Pareri di mas­si­ma favorevoli alla pro­pos­ta di Rama sono sta­ti espres­si sia dal sin­da­co che dall’assessore alla cul­tura Agosti­no Carat­toni. Il sin­da­co ha indi­vid­u­a­to nelle ex scuole di viale Roma la sede nat­u­rale del­la bib­liote­ca. L’assessore Carat­toni ha inoltre antic­i­pa­to la ripresa a Lazise, in Dogana, del­la man­i­fes­tazione cul­tur­ale del «Cer­ta­men cat­ul­lianum», in maggio.Il Con­siglio ha poi provve­du­to alla nom­i­na dei revi­sori dei con­ti che rester­an­no in car­i­ca tre anni: Romano Boscai­ni, Mas­si­mo Pic­coli e Fabio Salier. Fabio Salier pres­i­dente del col­le­gio. La mino­ran­za non è rius­ci­ta ad esprimere, con il voto, un pro­prio rap­p­re­sen­tante. Su ques­ta chiusura del­la mag­gio­ran­za vi è sta­to un inter­ven­to criti­co del con­sigliere Edoar­do Nolo. Lo stes­so Nolo, a nome del­la Piaz­za, ha crit­i­ca­to la mag­gio­ran­za sul­la mes­sa in dis­cus­sione dell’autorizzazione a Cane­va World di una vari­ante a una prece­dente con­ces­sione del dicem­bre 2005 per l’eventuale col­lo­cazione di una nuo­va attrazione panoram­i­ca denom­i­na­ta Uni­ver­sal Tow­er. «Quan­do Cane­va chiede una con­ces­sione nuo­va», ha esor­di­to Edoar­do Nolo, «è doveroso che l’amministrazione pre­ten­da la sis­temazione di situ­azioni urban­is­tiche pre­gresse da parte del par­co in ques­tione. In quel­la zona vi è sta­ta una dis­truzione ambi­en­tale in pas­sato e a Pacen­go, a quan­to mi con­s­ta, si stan­no rac­coglien­do firme per bloc­care l’avanzata di Cane­va. A nos­tro parere il Comune di Lazise deve pre­tendere la rego­lar­iz­zazione di tutte le posizioni anco­ra pen­den­ti a cari­co di questo sogget­to. Se non ci muovi­amo perder­e­mo un’occasione». «Non con­ce­di­amo nul­la in più di quan­to non abbia già in suo pos­ses­so Cane­va, con ques­ta autor­iz­zaione: si strat­ta di sos­ti­tuire la con­ces­sione che già possiede con una iden­ti­ca che comunque dovrà sog­giacere al parere del­la com­mis­sione edilizia, dei vig­ili del fuo­co e del­la Ulss 22 per essere esec­u­ti­va». L’autorizzazione è sta­ta con­ces­sa con i soli voti del­la mag­gio­ran­za. Iden­ti­ca sorte ha ottenu­to l’autorizzazione di ampli­a­men­to in dero­ga dell’asilo nido in local­ità Mom­bin­da. Anche ques­ta autor­iz­zazione è vin­co­la­ta al parere del­la com­mis­sione edilizia, dei vig­ili del fuo­co e del­la ULSS 22 per pot­er divenire operativa.

Parole chiave: