Ieri la giornata di tregua ha consentito il rientro degli sfollati nelle abitazioni di Pisogne. Chiusa la Lecco-Colico. A Limone del Garda interrotta la statale 45 bis per una frana. In Valtellina ancora mille persone fuori casa

Così il maltempo in Lombardia

19/11/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Grazia Maria Mottola

— La piog­gia si è fer­ma­ta. E, nonos­tante le pre­vi­sioni di ripresa a par­tire da ques­ta notte fino a mart­edì, sono iniziati i pri­mi rien­tri. BRESCIA Alle 23 di ieri sera a Limone del Gar­da, sul lato occi­den­tale del lago, una frana dal fronte di cir­ca cen­to metri ha inva­so la statale 45 bis che resterà chiusa anche oggi. Aller­tati , e . Al lavoro anche i vig­ili del fuo­co: c’è il tim­o­re che sot­to i 500 metri cubi di mate­ri­ale frana­to siano rimaste imp­ri­gion­ate delle auto. Di nuo­vo a casa invece i 1.000 abi­tan­ti di Pisogne. Ria­per­ta la statale 42. In fun­zione gli impianti sci­is­ti­ci del­la Val­ca­mon­i­ca. Nes­suna dif­fi­coltà per arrivare al Pas­so del Tonale. Allaga­men­ti a Desen­zano e Sirmione. SONDRIO A Dubi­no, dove l’altro ieri è mor­ta una don­na, sono rien­trate in casa cir­ca 1.000 per­sone. Ne restano fuori altre 500. A Berben­no, numerose famiglie sono tor­nate nei loro appar­ta­men­ti, così come ad Apri­ca (55) e a Cosio Val­tel­li­na (370). Nel­la mat­ti­na­ta di ieri, però, una frana è cadu­ta alle porte di Son­drio. Ria­per­ta la stra­da per San­ta Cate­ri­na. Nes­sun prob­le­ma per rag­giun­gere gli impianti sci­is­ti­ci di Livi­g­no, Chiesa Val­ma­len­co-Palù e Mades­i­mo, già fun­zio­nan­ti. Fa eccezione la stra­da dell’Aprica. COMO In cit­tà alcu­ni mas­si han­no tra­volto e fer­i­to un uomo di 43 anni. Il lago è anco­ra in piena. Anche se lo sta­dio è accer­chi­a­to dall’acqua, non ci sono osta­coli per la par­ti­ta Como-Mod­e­na. Anco­ra chiusi il pedun­co­lo di Cer­me­nate e la statale 639. Fun­zio­nante la statale Lar­i­ana. A Breg­nano sono rien­trate 65 per­sone. LECCO Nel Lec­ch­ese, ieri pomerig­gio la super­stra­da 36 da Lec­co a Col­i­co è sta­ta chiusa per le infil­trazioni d’acqua che ren­dono peri­colose le gal­lerie. E una don­na è rimas­ta feri­ta in un inci­dente nel tun­nel Coren­no, fra Dervio e Dorio. Sem­pre ieri a Dorio, una frana ha fat­to evac­uare 11 famiglie. BERGAMO Una frana sul­la stra­da comu­nale di Liz­zo­la ha iso­la­to per alcune ore 350 abi­tan­ti. A Val­canale, un prob­a­bile smot­ta­men­to minac­cia 34 per­sone già fuori casa. Allaga­men­ti a Lovere per l’esondazione dell’Iseo: l’acqua è arriva­ta sul­la ex statale Tonale e a Endine Gaiano . MANTOVA Evac­u­ate 20 per­sone tra Quis­tel­lo e San Benedet­to Po, minac­ciate dal­la piena del fiume Sec­chia. Sot­to osser­vazione Po e Min­cio. CREMONA Il fiume Oglio con­tin­ua a crescere a Robec­co d’Oglio. L’Adda è esonda­to nelle aree gole­nali. PAVIA Nell’Oltrepò le eson­dazioni delle rogge di irrigazione han­no fat­to chi­ud­ere la provin­ciale 33 a Tor­raz­za Coste. Ria­per­ta la statale 461 a sen­so uni­co alter­na­to. VARESE Il lago Mag­giore sta lenta­mente calan­do. Anco­ra pic­coli movi­men­ti fra­nosi sen­za con­seguen­ze. Grazia Maria Mottola